Cesena, “Aiuto, vedo i draghi”: l’aggressore di Rio Eremo agli arresti domiciliari

E’ stato dimesso dal reparto di Psichiatria, ma per lui sono stati disposti gli arresti domiciliari. Il 30enne protagonista dell’aggressione di un mese fa a Rio Eremo esce dall’ospedale ma vista la pericolosità non è stato lasciato a piede libero. Visto che in passato aveva avuto altri reti di resistenza a pubblico ufficiale. Una volta terminata la degenza in Psichiatria, la Procura ha chiesto e ottenuto dal Gip gli arresti domiciliari. Come è noto, un mese fa il 30enne visibilmente alterato dopo un rave party, al grido di “Aiuto, vedo i draghi”, completamente nudo aveva malmenato una coppia di 70enni che voleva prestargli soccorso. Dentro al camper parcheggiato a Rio Eremo di Cesena c’erano tracce che facevano capire che come il giovane si fosse recato ad un rave party insieme ad una ragazza. Sono seguiti febbrili ricerche della ragazza da parte del Commissariato di Polizia di Cesena nel timore che potesse esserle capitato qualcosa di grave. Ipotesi poi scongiurata: la ragazza è stata rintracciata a Cesena.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui