Tosi nel mirino. Bonaccini: si vergogni. Pizzolante: è una falsaria

RICCIONE. Renata Tosi ha rimosso il post ma la bufera non si placa. Anzi. La pioggia di critiche ricevuta per avere postato un articolo vecchio di sei anni su un’inchiesta che riguardava Bonaccini e Richetti (poi entrambi scagionati con l’archiviazione) non si ferma. Durissimi i commenti dello stesso presidente della Regione (“sindaca si vergogni”), dopo che già Richetti le aveva scritto “non pensavo che fossi una persona così”. Al fuoco sulla sindaca di Riccione si sono aggiunti anche l’ex deputato di Italia viva Sergio Pizzolante e l’assessore alla Polizia municipale di Rimini Jamil Sadegholvaad. La sindaca di Riccione si è giustificata così: “Ho postato quella notizia perché è opportuno tenere la memoria viva”. Poi la rimozione: “L’ho tolto perché si erano scatenati commenti scomposti”.

Il post di Bonaccini. “Se si arriva a mentire, sapendo di mentire, per colpire l’avversario vuol dire che non si hanno argomenti. E nemmeno un’etica. La sindaca leghista Tosi di Riccione rilancia come fosse attualità una notizia di 5 anni mezzo fa. All’epoca fui indagato, al pari di quasi tutti i consiglieri regionali, per l’utilizzo dei fondi ai gruppi. Chiesi immediatamente di essere ascoltato dai magistrati per chiarire la mia posizione e in pochi giorni la cosa si chiuse perché il fatto non sussisteva. Il tutto fu talmente rapido e lineare che non ricevetti neppure un avviso di garanzia e potei candidarmi a testa alta alle scorse elezioni regionali. E vincendole diventare Presidente di questa bellissima regione. Le mie idee possono piacere o meno, si chiama democrazia. Ma sono una persona perbene. Provengo da una famiglia umile e vivo nella stessa casa dove sono cresciuto fin da bambino. Non ho altri patrimoni, fondi o ricchezze. Per qualcuno sembra impossibile che si possa far politica senza cercare arricchimento o vantaggi personali. Invece io sono stato educato così e conosco tante persone, di destra e di sinistra, che in questo sono come me. Perché l’onestà non ha colore politico. Mi si critichi su tutto ma su questo perdete il vostro tempo, ve lo assicuro. Quando si arriva a rilanciare fake news del genere è perché si è disperati, si pensa di aver già perso e si vuole allora tentare il tutto per tutto. Si vergogni sindaca”.

Non ci va leggero neppure Pizzolante. “I riccionesi si sono affidati ad una falsaria. Ha pubblicato un post su “Bonaccini” indagato! Notizia falsa! Che l’ha costretta a rimuovere il post! Dice tutto della personalità politica di chi fa campagna elettorale esponendo gli avversari alla “morale pubblica”. Di chi si occupa della morale degli altri e mai della propria! Di chi vorrebbe usare la giustizia come arma e la menzogna come munizione.
In questo caso dicendo anche il falso. Io ho difeso la Tosi dalle strumentalizzazioni politiche quando lei è stata indagata davvero! Perché così si fa! Perché la considero innocente, sino a prova contraria, sino al terzo grado di giudizio! Qui invece siamo alla strumentalizzazione, con false notizie su un non indagato!”.

E pure Sadegholvaad le rinfaccia che per lei la politica è solo odio. “È più forte di Lei. La politica è odio e contrapposizione a oltranza su tutto. A costo di diffondere menzogne sui suoi avversari (anzi per Lei nemici) politici, postando articoli vecchi di 6 anni fa su questioni che hanno visto la completa estraneità di Bonaccini, Richetti e altri consiglieri ai fatti contestati. Nei miei ormai 11 anni da amministratore ho avuto a che fare con sindaci e assessori di ogni parte politica sempre col massimo spirito costruttivo. Il rispetto e la collaborazione nell’interesse delle comunità che pro tempore rappresentiamo devono venire prima di tutto. Per me Riccione rimane sempre una bella città che non riesco a detestare perché amministrata da un sindaco che non è della mia parte politica e che non perde occasione per denigrare la mia amata Rimini. Rimini e Riccione insieme sono più forti, insieme sul turismo ce la possiamo giocare con chiunque!”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui