Tosi: “Dopo sì a sport acquatici la spiaggia va riaperta. Ricorro”

RICCIONE. Ricorso amministrativo per annullare la chiusura delle spiagge. La giunta di Riccione non molla la battaglia per l’apertura dell’arenile, proibita dall’ordinanza della Regione Emilia Romagna. “La Giunta comunale di Riccione – si legge infatti in una nota – ha dato mandato al sindaco, Renata Tosi (subito critica per la scelta), di presentare un ricorso amministrativo per annullamento e riforma del comma 14 dell’ordinanza regionale del 30 aprile con la quale si dispone la chiusura delle spiagge”. Un divieto che non risulta – secondo la Giunta di Riccione – “motivato da alcuna evidenza scientifica”, a “dimostrazione della pericolosità della frequentazione della spiaggia da parte della cittadinanza rispetto alla diffusione dell’epidemia da Covid-19”. La giunta riccionese sostiene poi che la decisione se aprire o meno la spiaggia sarebbe dovuta essere lasciata in capo ai primi cittadini. La sindaca contesta il divieto di andare in spiaggia – a maggiore ragione – dopo che è arrivato il via libera per gli sport acquatici. “L’ok dato agli sport acquatici fa capire che l’Ordinanza può essere modificata, va fatto anche per l’arenile”, scrive Renata Tosi.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui