Il monumento alla Resistenza sfregiato

RAVENNA. Il simbolo delle SS disegnato sulle 12 foto dei martiri, scritte offensive a fianco oltre a una svastica e a una frase che chiama in causa il presidente provinciale dell’Anpi, Ivano Artioli. Il monumento che ricorda la strage del Ponte degli Allocchi (noto ormai come Ponte dei Martiri) in pieno centro storico è stato sfregiato nella notte con delle bombolette spray.

Dopo il monumento ai caduti partigiani di Camerlona (su cui era stata dipinta una svastica) è toccato questa volta a quello che è forse il monumento ai partigiani più simbolico della città, realizzato nel 1980 da Giò Pomodoro. Si trova in un’area verde all’incrocio tra via Nullo Baldini e via Mura di Porta Gaza e ricorda una terribile rappresaglia nazifascista, avvenuta il 25 agosto 1944: 12 persone furono uccise. Il sindaco Michele De Pascale ha già annunciato su Fb di aver chiesto al prefetto “di convocare un tavolo urgente per rispondere in maniera risoluta al gravissimo oltraggio al monumento”. Già predisposte le attività di pulizia che saranno terminate in giornata. In corso accertamenti e indagini per risalire ai responsabili del gesto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *