RICCIONE. Il quartiere si mobilita per aiutare la famiglia Merssia Nunes de Oliveira, la ragazzina brasiliana annegata a Riccione. L’Associazione nazionale brasiliana (Associação internacional brasileira), che ha sede a Torino, ha lanciato un appello su Facebook per raccogliere fondi necessari a organizzare i funerali. La comunità brasiliana e i residenti del quartiere Borgo Vittoria si sono mobilitati per dare un sostegno ai genitori della ragazzina annegata in mare.
Il decesso in acqua
A Riccione la giovane era arrivata insieme agli amici per festeggiare il suo 18° compleanno. La ragazza, che avrebbe compiuto gli anni il 15 luglio, era partita venerdì scorso con il fidanzatino e un’altra coppia di amici. È annegata durante un bagno all’alba nelle acque agitate del mare. Il suo corpo è stato rinvenuto sabato mattina non lontano dal porto, dove si è tuffata intorno alle 6 con gli altri compagni. Il gruppo aveva trascorso una notte di festa in giro a Riccione, ma, come hanno raccontato gli amici alla Capitaneria di porto e ai carabinieri, a fine serata, nonostante il forte vento e il mare agitato, hanno deciso di fare il bagno.
Distrutti dal dolore
«Una famiglia del borgo ha subito un grave lutto – si legge in un annuncio diventato virale su Facebook -. E’ una famiglia che oltre che distrutta dal dolore, è anche in difficoltà per le spese funerarie molto alte dovute al fatto che la salma deve essere riportata in Piemonte. Chiunque possa dare una mano, anche di pochissimo, farebbe un’opera buona». Attraverso i contatti social l’associazione invia le modalità per dare il proprio contributo. Diverse persone hanno già aderito alla raccolta fondi, che servirà a pagare il trasporto della salma della ragazza e i fiori per ornare il feretro. Merssia aveva due fratelli di 3 e 13 anni e viveva con i genitori. Era partita a sorpresa per il mare, aveva salutato la mamma che l’aveva sentita per l’ultima volta alle 2 per augurarle la buona notte. Poi è avvenuta la tragedia.

Argomenti:

annegata

colletta

Funerale

riccione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *