Ravenna, un’altra web serie racconta la città

Nasce Contrasto, la prima webserie realizzata grazie al premio myRavenna dell’assessorato al Turismo che vuole raccontare i luoghi e le persone della città e del suo territorio.

La produzione nella giornata di oggi cerca comparse e tutti hanno l’occasione di partecipare: non ci sono limiti di età, né si chiede esperienza pregressa. La disponibilità oraria va dalle 19.30 alle 21 circa. Dal Comune fanno sapere che gli interessati possono contattare social@seriecontrasto.it per informazioni e conoscere ulteriori dettagli.

Le riprese

Le riprese interesseranno il centro città, ma spazieranno anche nelle zone circostanti fino a Marina di Ravenna, Cervia, Classe e le valli di Comacchio. La produzione sarebbe dovuta iniziare già nei primi mesi dell’anno, ma il progetto è stato rimandato per l’emergenza covid-19 e riparte ora.

«La webserie – commenta l’assessore al turismo, Giacomo Costantini – vuole essere un’opportunità per esplorare il territorio e per sviluppare nuove professionalità». La serie verrà distribuita tramite i canali social ufficiali di Ravenna Tourism e verrà anticipata un trailer in occasione della Notte d’Oro. Le puntate usciranno a partire dal 2021. Sono previste sette puntate.

I personaggi

«I protagonisti – commentano i curatori del progetto – sono due fotografi, molto diversi tra loro, obbligati a lavorare insieme nonostante numerosi contrasti generazionali, cinematografici, tecnologici. Il pilot sarà presentato a ottobre. Jack (interpretato da Gianfranco Boattini), fotografo d’avventura, è costretto dalla propria agenzia a lavorare a un servizio sulla città di Ravenna, insieme alla figlia Tess (interpretata da Arbesa Hajdari) con cui ha una pesante rottura alle spalle. I due esplorano la città e i dintorni di foto in foto, cercando di ricucire il rapporto e completare il lavoro commissionato».

Il concorso

Contrasto è il progetto di Simone Pelatti, vincitore del concorso myRavenna indetto dal Comune nel 2019. «L’idea di Contrasto – commenta il regista – è nata da una domanda “Perché scatto una fotografia?”, la cui ricerca di risposta ha generato diversi altri quesiti».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui