Ravenna, si valuta la riapertura parziale di via Baccarini

RAVENNA – Dal tavolo di confronto tra amministrazione comunale e associazioni di categorie sulla sistemazione in corso di via San Mama, ma anche sugli interventi necessari per rivitalizzare il borgo San Rocco, emerge l’intenzione di valutare la riapertura parziale di via Baccarini. Il tratto è quello da via Rondinelli verso la Porta San Mama, mentre per la prima parte pedonalizzata si pensa a nuovi arredi e illuminazione adeguata. C’è l’impegno dopo l’estate a procedere con il progetto dell’ampliamento del parcheggio di via Renato Serra nella modalità già vista per via Guidarelli, ovvero una struttura sopraelevata e la sosta a pagamento. Per rivitalizzare il borgo, l’impegno invece è quello di allargare il confronto agli operatori che lì lavorano per valutare le loro richieste. Soprattutto si pensa di modificare il sistema della sosta, con strisce blu a maggiore rotazione, aree di carico e scarico, e soste gratuite nella prima mezz’ora per le piccole commissioni, con una riflessione che arrivi a via del Molino e all’area di via Renato Serra.

All’incontro fiume hanno partecipato il vicesindaco Eugenio Fusignani, le assessore Federica Del Conte ai lavori pubblici, Anna Giulia Randi alle attività produttive e Gianandrea Baroncini alla mobilità e i rappresentanti di Confcommercio, Confesercenti, Cna e Confartigianato. «Si è convenuto – si legge in una nota congiunta delle associazioni – di avviare un percorso di confronto con gli operatori del Borgo per individuare modalità e eventi per rivitalizzare una delle zone più caratteristiche di Ravenna e nel contempo le Associazioni hanno sottolineato la necessità di procedere anche con interventi per migliorare il contesto urbanistico». Fra gli obiettivi del tavolo anche l’individuazione di interventi per frenare il fenomeno delle vetrine spente nel borgo e fronte di traffico e difficoltà di parcheggio.

Per il mese di marzo è atteso il nuovo assetto di vicolo Plazzi, con l’inserimento in corso d’opera del doppio senso di marcia. Un cambio di rotta che è stato quantificato ieri dall’assessora ai lavori pubblici Federica Del Conte, in risposta a un’interrogazione di Nicola Grandi di Viva Ravenna, in 22 mila euro. «Le proposte emerse – spiega il vicesindaco Fusignani – meritano una valutazione complessiva. I disagi in via San Mama sono dovuti in parti al cantiere e la richiesta di modifica del senso di marcia nel tratto dalla rotonda Irlanda a via Cassino sarà valutata alla luce del nuovo assetto di vicolo Plazzi. La pista ciclabile in via di esecuzione su via San Mama è chiaro a tutti impedisce il doppio senso di marcia. Ma è corretto riflettere in un contesto più ampio tenendo conto delle ricadute sui residenti e su chi transita. Le decisioni devono essere condivise nel confronto con i cittadini». Le associazioni hanno rappresentato le preoccupazioni per la raggiungibilità della zona dello stadio e di via Cassino. Gli assessori hanno comunicato che in vista del trasferimento dei nuovi uffici pubblici in zona via Berlinguer sarà prevista una rotatoria verso via Sighinolfi e una in corrispondenza dell’incrocio tra via Pascoli e via Marconi. L’auspicio delle associazioni è che questi interventi possano migliorare l’accessibilità da via Berlinguer verso via Cassino, ora in parte garantita dalla riapertura sperimentale di via Punta Stilo. Quella di ieri appare una modalità che le parti vorrebbero mantenere per arrivare a sintesi e nuovi interventi in tempi definibili.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui