Ravenna, ripartenza in grande stile per cinema e teatri

Cinema e teatri sono tornati ad abbracciare il loro pubblico. La riapertura della sala Mariani è stata da Oscar, sia per il numero di presenti che per il film proiettato, quel Nomadland fresco vincitore di tre prestigiose statuette dell’Academy. «Sono felicemente stupito – racconta Tiziano Gamberini di Cinemaincentro -. Avevamo annunciato lo spettacolo del venerdì con un brevissimo preavviso e, nonostante questo, la risposta del pubblico è stata fantastica. Le proiezioni sono andate molto bene nelle nostre sale di Ravenna e Faenza».

Gamberini annuncia che, se non ci saranno ostacoli legati alla situazione sanitaria, le proiezioni del Mariani proseguiranno fino a giugno inoltrato: «Poi entreremo nel cuore dell’estate e partirà la stagione delle arene; le proiezioni di Rocca Cinema debutteranno a inizio agosto e ci auguriamo che abbiano lo stesso successo della scorsa estate».

Poche ore dopo il debutto del Mariani, Ravenna ha ritrovato uno dei suoi luoghi simbolo della cultura: il teatro Rasi. Nella giornata della festa dei lavoratori, Ravenna Teatro ha alzato il sipario proponendo una giornata ricca di eventi, con spettacoli, incontri letterari e una proiezione cinematografica. «I dieci minuti di applausi, con cui il pubblico ha salutato la fine dell’ultimo spettacolo di giornata, ci hanno fatto commuovere».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui