Ravenna è la prima in Italia per furti in abitazione

Ravenna è il territorio italiano con la più alta incidenza di furti in abitazione. Il Sole 24 Ore ancora una volta certifica il vero tallone d’Achille della provincia bizantina che da anni accumula pessime performance su questo indicatore. La 32esima edizione dell’indagine “Qualità della vita” impone riflessioni sulla sicurezza che vede Ravenna in posizioni poco invidiabili anche in termini di fenomeni quali sfruttamento della prostituzione (sesti in Italia), violenze sessuali (ottavi), rapine in banca (sempre ottavo posto) e rapine in uffici postali (undicesimi). Nell’indice generale della criminalità Ravenna si posiziona 17esima, alla luce di 13.576 denunce (3.484,3 ogni 100mila abitanti).


I furti in abitazione

Ravenna è prima in Italia per “furti in abitazione”. La peggiore su 107 province, facendo segnare 1.601 furti, pari a 410,9 ogni 100mila abitanti. Seguono Bologna con un’incidenza di 360 per 100mila abitanti e Modena con 328,2. Il comitato dell’ordine pubblico, sotto la guida del prefetto Enrico Caterino, da tempo monitora la situazione: «Anche questa settimana è in programma un incontro sul tema – dice il prefetto -. L’attenzione delle forze dell’ordine, di concerto con le polizie locali, è massima nella consapevolezza che l’area ravennate presenta caratteristiche molto peculiari. È un territorio molto vasto con aree isolate e case sparse che sono più esposte al rischio di furti. Zone particolarmente bersagliate sono state il forese e il Cervese, dove sono diffuse le seconde case. Un dato però ci conforta, le percentuali dei furti nel territorio sono in discesa. Registriamo un’attenuazione».

L’articolo completo sul Corriere Romagna in edicola

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui