Ravenna, crisi della Tozzi. L’appello dei sindacati: “Si paghino stipendi e tredicesima ai lavoratori”

Crisi della Tozzi Sud e della Tozzi srl, i sindacati scrivono ai curatori fallimentari per chiedere il pagamento degli stipendi di novembre, dicembre e la tredicesima.

“Fim Cisl, Fiom Cgil e Uilm Uil – si legge in una nota – manifestano tutta la loro preoccupazione per la sorte dei dipendenti di Tozzi Sud e Tozzi Srl e chiedono ai curatori fallimentari che vengano pagati gli stipendi di novembre, dicembre e la tredicesima. Nel corso dell’assemblea con i lavoratori che si è tenuta lunedì scorso, in videoconferenza, sono emerse situazioni di estremo disagio economico e psicologico. I lavoratori sono ormai incapaci, dopo tanti mesi di retribuzioni ridotte o assenti, di affrontare impegni quotidiani improrogabili, tra cui il pagamento di bollette, mutui e assegni di mantenimento”.
“Questa situazione di estrema difficoltà perdura da diverso tempo e nei mesi scorsi abbiamo incontrato il sindaco di Ravenna, Michele de Pascale – spiegano Davide Tagliaferri, Ketty Samorì e Marco Riciputi, rispettivamente di Fim Romagna, Fiom Ravenna e Uilm  Ravenna – èer il 23 dicembre è già fissato un nuovo confronto, con il sindaco e gli assessori competenti, nel corso del quale segnaleremo il continuo peggioramento delle condizioni economiche della forza lavoro coinvolta in questa terribile crisi societaria. Purtroppo, l’inaspettata dichiarazione di fallimento, unitamente all’altrettanto inaspettata sospensione dei rapporti di lavoro con lettera del 6 dicembre scorso, non fa altro che radicalizzare ancor di più la difficile situazione dei dipendenti, alcuni dei quali sono alla disperazione più nera. A ciò si deve aggiungere che il nuovo quadro delineatosi rende ancora più incerto il pagamento di quanto dovuto ai dipendenti. Alla luce di queste considerazioni, chiediamo ai curatori fallimentari di inoltrare istanza al giudice per il pagamento degli stipendi di novembre 2021, dicembre 2021 e tredicesima”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui