Ravenna, boom di richieste per gli affitti al mare

RAVENNA – La casa al mare diventa un affare, soprattutto per chi ce l’ha e decide di darla in affitto. Da quando è scoppiata la pandemia, sempre più italiani trascorrono le ferie secondo la formula delle case vacanze e, da una recentissima indagine del Sole 24 Ore, emerge che in Italia si registrano aumenti medi del costo degli affitti estivi di circa il 4%, sia nelle località più esclusive che in quelle di seconda fascia. In Gallura, nel prossimo agosto, un trilocale può valere un canone settimanale da 3.050 euro (che si riducono a 2.650 se bilocale), all’Argentario si arriverà a 3.250 euro (3.050 euro per un bilocale). I lidi ravennati non toccheranno cifre simili, ma sono anch’essi gettonatissimi. A Marina di Ravenna, sul portale di ricerca Booking, un trilocale ad agosto può essere affittato a 2.600 euro alla settimana. A Lido di Savio, il medesimo portale offre bilocali a cifre di poco inferiori ai 2mila euro.

«Il mercato della casa e degli affitti per le vacanze è molto dinamico anche sul nostro territorio – conferma Ivano Venturini, presidente regionale e consigliere nazionale della Fimaa Emilia-Romagna –. Le case vacanza sono molto richieste ed è emblematico il fatto che quest’anno a fine aprile fosse già quasi impossibile trovare un alloggio libero per l’estate. Il Covid ha accentuato la voglia di questa soluzione, che permette di vivere un soggiorno in sicurezza e in libertà. Il fenomeno ha portato ad un aumento significativo della domanda, a cui però non corrisponde un’offerta sufficiente. Ci sono molte più richieste di quanti alloggi possono essere collocati, così i proprietari possono anche decidere di alzare i prezzi. Altrettanto successo riscuotono le residenze turistiche alberghiere e i campeggi; questi ultimi vivono un momento favorevole, anche grazie alle casette prefabbricate che, da qualche tempo, sono proposte come soluzione».

Il successo degli affitti è accompagnato da una grande vivacità anche nel comparto compravendite: «Le persone hanno una buona propensione all’acquisto, ma anche in questo caso le domande sono superiori all’offerta. La disponibilità di nuove abitazioni è risicatissima, si dovranno attendere ancora un paio di anni in modo che i cantieri partiti di recente giungano a conclusione. Saranno abitazioni con altissimi standard energetici e comfort, per cui credo che saranno ambite». Venturini conclude dicendo che in questo momento l’acquisto di un’abitazione al mare può essere un ottimo investimento, sia nel caso in cui una persona se la voglia godere sia nell’eventualità che la voglia dare in affitto: «In generale il 2021 è stato molto ricco di soddisfazioni per il settore immobiliare e anche se il 2022 non raggiungerà i livelli dell’anno precedente, sarà una stagione comunque favorevole».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui