Ravenna, boom di richieste di tamponi in farmacia per Ferragosto

Turisti in fila per fare quel tampone assolutamente necessario per visitare i musei della città. Negli ultimi giorni la corsa ai test rapidi si è ulteriormente intensificata e non riguarda solo i ravennati. «Non riusciamo a tenere dietro al numero di richieste che ogni giorno ci arrivano – racconta Valentina Gardini della farmacia Santa Teresa di via De Gasperi –. Ultimamente telefonano o si presentano al banco diversi turisti che, essendo sprovvisti di green pass, non hanno potuto accedere ai musei. Non sono soltanto italiani, ma anche stranieri, soprattutto francesi e tedeschi. Il tampone negativo permette entro le 48 ore successive di entrare nei musei, andare al ristorante e altre attività ancora. Per tutti questi motivi ogni giorno siamo tempestati di richieste. Pochi giorni fa si è rivolta a noi una coppia di romani che non era riuscita a visitare il Museo Arcivescovile; si sono sottoposti al tampone per avere il lasciapassare. Oltre ai turisti abbiamo anche i ravennati che in vista del Ferragosto vogliono sottoporsi al test. In tanti sono in procinto di partire per le vacanze. Facciamo il possibile per accontentare tutti, ma è una vera sfida. La nostra agenda è al completo per diversi giorni e per avere un appuntamento è necessario aspettare i giorni successivi al Ferragosto».

La testimonianza

Una madre racconta le difficoltà di trovare una farmacia disponibile al tampone nei prossimi giorni: «Mio figlio deve partire sabato prossimo per un viaggio organizzato per giovanissimi – dice –. Non avendo ancora compiuto i 12 anni non può vaccinarsi, per cui dobbiamo ricorrere al tampone. Ho tardato un po’ a prenotare e ieri ho capito che l’impresa si faceva ardua. Dopo ore di ricerche ho trovato una farmacia disponibile nel forese, l’appuntamento è per giovedì e mi hanno dato solo un’opzione. Naturalmente ho accettato immediatamente».

Prenotazioni al completo fino a Ferragosto anche alla farmacia Dradi di piazza Anastagi: «Fino al 15 agosto abbiamo il tutto esaurito, nonostante il nostro servizio di tamponi sia quotidiano – spiega Michela –. È rimasto ancora qualche appuntamento libero per la prossima settimana. Negli ultimi giorni abbiamo assistito a un vero boom di richieste che arrivano da tutte le fasce d’età, anche se prevalentemente si tratta di giovani. Oltre alla corsa ai tamponi non diminuiscono le richieste di stampa dei green pass che sono fondamentali per poter girare con maggiore libertà».

Da un’altra farmacia della città giungono conferme sul periodo di intenso lavoro: «Vorremmo sopperire a tutte le richieste che ci arrivano, ma al momento è davvero difficile. Le domande per i tamponi sono fuori misura, anche perché le farmacie non sono un centro analisi e ogni giorno devono garantire una molteplicità di servizi alla cittadinanza. Siamo oberati di lavoro sia per i test che per la stampa dei green pass. Moltissimi turisti si stanno rivolgendo a noi per poter accedere ai musei e agli spettacoli; è normale che sia così vista la bellezza e l’attrattività di Ravenna. I turisti si presentano in farmacia o telefonano, ma ci sono anche casi in cui sono direttamente gli hotel che si organizzano e prendono appuntamento per i loro ospiti».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui