Osteria, la rotonda si farà. Erano state raccolte 550 firme

Arriva il sì definitivo per la rotatoria su via Dismano all’altezza dell’intersezione con via Lunga nell’abitato di Osteria,In in commissione consiliare la petizione presentata da Flavio Vichi e firmata da 550 cittadini ha trovato risposta. L’incrocio aveva sollevato diverse polemiche a seguito di ripetuti incidenti. L’assessora ai lavori pubblici Federica Del Conte, nel corso della commissione presieduta dal consigliere Igor Bombardi, ha annunciato la volontà di finanziare e realizzare l’opera all’interno di un accordo quadro con la Provincia, ente responsabile delle due vie interessate. Intenzione espressa dall’ingegnere capo della Provincia Paolo Nobile. C’è spazio nel dibattito anche per la polemica politica, dal primo firmatario ad alcuni esponenti dell’opposizione, Grandi di Viva Ravenna, Ancisi di LpRa e Ancarani di Fi, emerge la posizione contraria espressa dal vicesindaco Eugenio Fusignani che di fatto avrebbe ritardato la scelta della rotatoria nonostante il parere favorevole dei tecnici.

La rotonda

«L’opera – spiega Nobile – si può fare con un diametro di 35 metri senza intervenire su proprietà private, sarà un po’ eccentrica, non sarà perfetta, ma funzionerà. Le rotatorie sono interventi che riducono la gravità degli incidenti. La Provincia può dar corso alla progettazione esecutiva dell’intervento senza problemi di sottoservizi e interferenze. Sul Dismano transitano 8mila veicoli, ma con la E45 chiusa il traffico aumenta molto, la rotonda non risolverà però il tema dei rallentamenti per l’abitato. L’opera è finanziabile senza gara entro la fine del 2024». L’assessora Del Conte ha ribadito l’attenzione costante su Osteria, ha espresso l’auspicio che la rotonda sia pronta nel 2025, e ricordato che autovelox e velocar dal 16 giugno 2022 hanno rilevato 1.800 violazioni. Per il primo firmatario l’alta incidentalità è data non solo dalla velocità ma soprattutto dalla mancanza di visibilità. «Siamo consapevoli che non sarà opera veloce, ma la petizione è urgente ne va della vita delle persone, anche se il vicesindaco ha eccepito che la rotonda sia troppo piccola. Il Comune potrebbe immediatamente realizzare una modifica sperimentale della viabilità a costo zero mettendo in via provvisoria elementi barriera new jersey in plastica bianca rossa». Ma a stretto giro il vicesindaco Fusignani ribadisce la propria posizione: «È inadeguata al volume di traffico come quella della Ravegnana; non ho mai detto che non ci stava, ma crea altri problemi. Politicamente va bene la rotonda, ma tecnicamente è sbagliata».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui