Madonna dell’Albero avrà il post scuola

La primaria di Madonna dell’Albero avrà il servizio di doposcuola per venire incontro alle famiglie e convincere i genitori ad iscrivere i propri figli nel plesso e arginare così la fuga in città. La questione arriva in consiglio comunale dopo che per l’anno scolastico 2021-2022 non si è formata la classe prima alla scuola “Grande Albero”. Lo ha annunciato l’assessore alla scuola Fabio Sbaraglia rispondendo a una interrogazione della consigliera Pd Stefania Beccari nella quale chiedeva cosa può fare l’Amministrazione e quali servizi possono essere attivati per rendere più attrattiva la scuola primaria. «La “Grande Albero” per il prossimo anno scolastico ha 26 bimbi da stradario, numero sufficiente, almeno sulla carta, per la formazione della classe prima. Quest’anno erano 22, ma il numero è venuto meno e non è stato possibile attivare la prima. Da allora l’Amministrazione comunale (insieme all’Istituto comprensivo di riferimento) si è attivata su sollecitazione del territorio per studiare l’implementazione dei servizi». Nel luglio 2021 l’assessora Ouidad Bakkali ha incontrato i genitori, e così ha fatto a ottobre Sbaraglia. Nelle due occasioni è emerso l’interesse per il servizio aggiuntivo del doposcuola. «Oggi esiste il pre scuola con 15 alunni; solo nelle giornate in cui non c’è rientro, 12 alunni seguono il post scuola ed è attivo il servizio mensa 73 alunni. Più il servizio di trasporto scolastico con San Bartolo per 13 iscritti. Il servizio di doposcuola è stato presentato nell’open day della scuola il 18 dicembre. Speriamo che tale opportunità renda più attrattiva la scuola e il bacino esistente si tramuti così in alunni effettivi per formare la classe prima per il 2022-2023».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui