RIMINI. «Riteniamo condivisibile anche se impopolare la decisione presa dalla nostra Regione di interdire ancora al pubblico spiagge, arenili e battigia». Lo sostengono insieme Fiba, Oasi e Sib, le tre associazioni dei balneari di Confesercenti, Confartigianato e Confcommercio, approvando di fatto attraverso una nota l’ordinanza regionale che ha scatenato le polemiche del Comune di Riccione, la cui sindaca, Renata Tosi, ha annunciato di ricorrere al Tar. «E’ un provvedimento giustificato dal timore che, con i nostri stabilimenti ancora chiusi, possano verificarsi forti assembramento di persone sull’arenile. Il desiderio di poter passeggiare sulle spiagge è assai forte nelle persone che da molto, troppo tempo sono chiuse in casa». Infine il protocollo. «Abbiamo presentato alla Regione un protocollo di regole che possano consentire una fruizione delle spiagge in tutta sicurezza. Le nostre imprese chiedono a gran voce di ripartire».

Argomenti:

bagnini

chiusura

regione

rimini

spiaggia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *