L’ex fidanzato ha confessato l’omicidio di Sonia

Si sarebbe assunto la responsabilità dell’omicidio della sua ex fidanzata, la riminese 29enne Sonia di Maggio. Salvatore Carfora, 39 anni, avrebbe ammesso la colpa del delitto agli agenti del commissariato di Otranto che qualche ora prima lo avevano fermato. Il presunto assassino è stato visto mentre usciva dal commissariato dentro una volante: starebbe andando insieme ai poliziotti sul luogo dove l’uomo avrebbe detto di essersi disfatto dell’arma del delitto. Sempre nello stesso commissariato, sono arrivati, poco prima dell’uscita di Carfora, i genitori di Sonia di Maggio, arrivati in Salento da Rimini.

Salvatore Carfora, di Torre Annunziata (Napoli), avrebbe precedenti penali (era da poco uscito dal carcere dove era finito per aver ferito a coltellate un parcheggiatore abusivo durante una lite). Addosso, al momento del fermo, aveva ancora gli indumenti utilizzati durante l’omicidio.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui