L’Europa della cultura ebraica passa per la Malatestiana di Cesena

L’Emilia-Romagna è protagonista della Giornata europea della cultura ebraica, che ogni anno apre ai cittadini le porte delle sinagoghe, dei musei e dei siti ebraici con tantissimi appuntamenti. L’evento è partito ieri domenica 18 settembre in tutta Italia, comprese numerose località della nostra regione, come Ferrara, città capofila in quanto sede di un’importante e antica comunità ebraica, Bologna, Modena, Reggio Emilia e parecchie altre, tra cui anche Cesena. Qui le iniziative si svolgono alla biblioteca Malatestiana, dove oggi alle ore 17.30 avrà luogo l’inaugurazione della mostra “Torah project. Le parole dell’alleanza”, esposizione che costituisce un vero e proprio viaggio nei cinque libri del Pentateuco, comuni a ebrei e cristiani, e che permetterà ai visitatori di indagare profondamente il dialogo interreligioso e l’antica cultura ebraica attraverso le illustrazioni del maestro Baruj Salinas, artista delle arti visive e architetto cubano-americano. All’evento, curato dal direttore scientifico della Malatestiana Paolo Zanfini, interverranno anche il sindaco di Cesena Enzo Lattuca, il vescovo della diocesi di Cesena-Sarsina, Douglas Regattieri e il rabbino capo di Ferrara e della Romagna Luciano Meir Caro.

Martedì 20 invece, in occasione del 75° anniversario della scoperta dei rotoli del Mar Morto, alle 17.30 si avrà nell’aula magna la conferenza del professor Marcello Fidanzio intitolata “Il corpo della Bibbia. Le scoperte dei rotoli di Qumran”. Fidanzio, ordinario della facoltà di Teologia di Lugano, direttore dell’Istituto di Cultura e Archeologia delle terre bibliche e direttore del programma di pubblicazione degli scavi alle grotte di Qumran, illustrerà le diverse fasi della storia del ritrovamento dei rotoli che hanno permesso di entrare in contatto con testi biblici risalenti al III secolo a.C. e che costituiscono dunque un patrimonio presente anche ai tempi di Gesù.

Successivamente si collegherà da Israele il dottor Adolfo Roitman, curatore del Santuario del libro di Gerusalemme, che presenterà il Museo di Israele, dove sono conservati numerosi rotoli tra cui quello di Abacuc, fondamentale per gli studi su giudaismo e cristianesimo, e parlerà anche del progetto editoriale al quale ha lavorato con l’organizzazione spagnola Acc Arte Scritta, coorganizzatrice dell’evento.

Informazioni al numero: 0547 610892 o all’email: malatestiana@comune.cesena.fc.it, oppure visitare il sito: www.malatestiana.it

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui