Ciclismo, Gianni Bugno: “Baldini, un uomo buono. Per me era un mito come Coppi e Bartali”

A rendere omaggio a Ercole Baldini ieri sono arrivati anche ciclisti e personaggi sportivi. A cominciare da Gianni Bugno, due volte campione del mondo di ciclismo su strada, che di Baldini ammirava la forza e la modestia. «Ercole Baldini era un coriaceo, ha sempre lottato e lo ha fatto anche prima di morire, fino all’ultimo. Rimarrà sempre un mito del ciclismo. Ercole era una personaggio anche dal punto di vista umano – prosegue Bugno – noi corridori cercavamo di imitarlo in quello che potevamo, è stato una guida per tutti noi, una leggenda del nostro ciclismo come Coppi e Bartali. Era una persona molto modesta, merita un ricordo sicuramente molto importante per quello che ha vinto e per l’insegnamento che ci ha lasciato. Baldini era il simbolo per chiunque sognasse di diventare un ciclista, un idolo e un esempio da seguire. E umanamente era soprattutto un uomo buono».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui