Ciclismo, “Baldini era il treno di Forlì? La città gli intitoli la stazione”. La proposta del giornalista Rai

«Spero tanto che tu venga ricordato e celebrato come meriti. Dipendesse da me ti intitolerei la stazione ferroviaria di Forlì, così, giusto per cominciare. Ciao Ercole. Fuoriclasse e signore impareggiabile». Sono le parole del noto giornalista sportivo Auro Bulbarelli, grande estimatore del campione Ercole Baldini che suggerisce di intitolare la stazione al “Treno di Forlì”.
Continuano ad arrivare messaggi di cordoglio per la morte del campionissimo forlivese, l’unico ciclista capace di vincere Mondiali, Olimpiadi e Giro d’Italia e personaggio sportivo citato sempre come un vanto dai cittadini forlivesi e dagli appassionati di ciclismo di tutta Italia.
«L’Emilia-Romagna e il Paese perdono uno dei più grandi campioni dello sport italiano, lo stesso la comunità del ciclismo internazionale – afferma il presidente della Regione Stefano Bonaccini –   Grande forza e talento, capace di primeggiare su ogni terreno, era un uomo generoso, espressione migliore della nostra terra».
«Con grande sgomento ho appreso della morte di Ercole Baldini, il nostro campione di ciclismo – scrive il vicesindaco Daniele Mezzacapo su Fb – Ci ha lasciati un vero fuoriclasse. Un vero campione in bici e nella vita che ci lascia un’eredità perenne. Le sue epiche imprese lo terranno vivo per sempre». L’assessore Andrea Cintorino ricorda così Baldini: «Il treno di Forlì, il soprannome con cui veniva ricordato nelle cronache sportive del paese era un vero e proprio gigante del ciclismo, Era anche entrato nella Hall of Fame del Giro d’Italia, nel 2016.
Traguardi che tutti noi conserveremo con grande orgoglio».
«Addio a Ercole Baldini “il treno di Forlí” orgoglio e leggenda della Romagna e del ciclismo italiano!» afferma invece Jacopo Morrone.
«Il treno di Forlì, così lo ricordavano i Casadei nella canzone a lui dedicata. – afferma Bruno Molea – E per noi forlivesi, Ercole Baldini rimane il treno di Forlì: epiche restano le sue gesta sulla bici ma per noi che lo abbiamo conosciuto restano nella memoria i suoi atteggiamenti gentili, la sua eleganza, la possanza fisica. Addio Ercole, vola come tu sai fare».
«Per me Ercole sarà sempre “Ercolino” – afferma Sara Samorì – con quello sguardo penetrante, quella proverbiale, affabile sfrontatezza, umanità, nell’affrontare tutto e tutti. Soprattutto le sfide. Instancabile».
I funerali di Ercole Baldini si svolgeranno lunedì mattina alle 10 presso la chiesa di Villanova.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui