Calcio C, l’ex Cesena Flavoni: “Lewis? Un grande professionista innamorato del calcio”

«Robert? Ama il calcio. E lo vive con grandissima passione, anche perché in casa ha un ottimo portiere…». Fulvio Flavoni risponde al telefono da Castellammare di Stabia, dove oggi lavora con la Juve Stabia dopo essere salito in B un anno fa con il Perugia. L’attuale preparatore dei portieri delle Vespe, che nel 1990 fu uno dei grandi protagonisti dello storico successo del Cesena Primavera al Torneo di Viareggio, conosce molto bene la famiglia Lewis, a cominciare dall’avvocato Robert, che ha avviato la procedura per acquistare la maggioranza del Cesena Fc: «Abbiamo un bellissimo rapporto – sottolinea Flavoni – sono stato spesso suo ospite a New York nei camp e nelle scuole di soccer che organizza. Ma soprattutto ho seguito suo figlio Luca da quando era praticamente bambino, accompagnandolo spesso nel suo percorso che lo ha portato a vincere uno scudetto Berretti con il Torino e ora a firmare con i New York Red Bulls in Major League. L’ho allenato, l’ho fatto crescere e l’ho portato in Italia, poi lui è stato bravo a farsi notare e ad emergere».

Flavoni prende fiato e ricomincia: «Robert è un grande professionista, un avvocato molto stimato e molto intelligente. Di lui mi hanno sempre colpito la sua determinazione e il fatto di essere una persona sempre molto positiva, il classico professionista che parla poco e che, quando si mette in testa una cosa, la ottiene. Ho un bellissimo rapporto con la famiglia Lewis e con loro, negli Stati Uniti, ho vissuto tante belle esperienze. Ho avuto modo anche di seguire Luca in Florida alla Img Academy (la scuola sportiva di Nick Bollettieri, ndr), dove è cresciuto, e devo dire che l’organizzazione mi ha sorpreso, come del resto i camp che Robert organizza a New York. Si tratta di esperienze molto formative, possiedono grandi strutture e tanto materiale, perché negli Usa il bacino è chiaramente larghissimo e sterminato».

Flavoni è ancora legato al Cesena: «Lo scorso anno sono tornato al Manuzzi con il Perugia – conclude – ed è stata una grandissima emozione, perché quella città e quella squadra mi hanno dato tantissimo».

Sull’avvocato Lewis non aggiunge altro, ma garantisce: «La sua passione per il calcio non si discute proprio».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui