Zona Rossa, la gita in riviera costa cara: serie di sanzioni

Le restrizioni di passaggio tra i comuni senza giustificato motivo tipiche della Zona Rossa in cui la Romagna è ancora (spesso solo “teoricamente”) rinchiusa, stano sempre più strette alla popolazione; che così cerca angoli di tranquillità dove poter fare anche soltanto una passeggiata o trascorrere qualche ora fuori dal lavoro senza patemi di sorta. La Riviera e Cesenatico sono sempre mete gradite ai cesenati ma in troppi nei giorni scorsi hanno pensato “all’unisono” di violare il diktat di svolgere attività motoria a ridosso di casa. I carabinieri di Cesenatico, durante i consueti controlli anti contagio, hanno fermato e multato di 280 euro ciascuno altrettante persone di Cesena che presa l’auto, si erano recate al Parco di Levante a Cesenatico con l’intenzione di passeggiarvi all’interno. Una escursione davvero salata ma che resterà tale causa pandemia (se si viene scoperti) almeno per tutti i contravventori e per tutta la durata delle restrizioni rosse ai movimenti.

Discorso analogo per chi cerca di aggirare l’asporto come diktat per acquistare cibo. In molti (altre cinque persone nelle ultime ore) stavano facendo aperitivo a pochissima distanza dal chiosco di piadina ai civico 1908 di viale Carducci, sempre a Cesenatico. Alla sanzione da 280 euro (che è tale solo se pagata entro 5 giorni, altrimenti gli euro diventano 400) in questo caso si deve aggiungere il costo del cibo e della bibita che erano appena stati acquistati.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui