Young Signorino: amore e bilocale ai tempi del coronavirus / IL VIDEO

Young Signorino: amore e bilocale ai tempi del coronavirus / IL VIDEO

CESENA. Il trapper romagnolo Young Signorino, nato e cresciuto a Cesena anche se dichiara di non tornarci più, pubblica oggi lunedì 16 marzo il suo nuovo video “BILOCALE LOVE LIFE”. Il video è simbolicamente rilasciato in questo periodo in cui la popolazione è caldamente invitata a rimanere in casa come opportuna pratica per contenere l’emergenza sanitaria attuale che coinvolge il nostro Paese e non solo. Il videoclip, data la situazione e le normative da rispettare, è stato prodotto in casa. “Bilocale love life” è un inno al nesting, cioè l’arte dello “stare in casa”. Nello specifico, qui Young Signorino descrive una situazione di coppia. La traccia è stata registrata in tempi ancora non sospetti, ma è al momento attualissima ed è per questo che ha scelto di rilasciarne il videoclip. Young Signorino, che continua a ricevere l’apprezzamento di musicisti quali Manuel Agnelli, Max Collini e, non da ultimo, Vinicio Capossela, con il quale ha recentemente collaborato, portando le sue rime e la sua voce nel brano “+Peste”, ha inaugurato il proprio 2020 musicale con “Rockstar mai”, seguito ora dal video di “Bilocale love life”.

BIO YOUNG SIGNORINO

Young Signorino nasce a Cesena – Emilia Romagna, il 17 aprile 1998.

All’età di 15 anni, con un diverso pseudonimo, inizia a pubblicare su Youtube i suoi primi brani rap autoprodotti.

Nel 2016 diventa ufficialmente Young Signorino. Lo stile particolare e i testi poco fraintendibili hanno fatto di lui un nome che inizia a circolare presto nel panorama musicale italiano.

Il 21 febbraio 2018, esce “Dolce Droga”, con la prima importante produzione: Low Kidd. La canzone è un successo e il videoclip sfonda in pochissimo il milione di visualizzazioni. In breve tempo, Young Signorino è un nome sulla bocca di molti. Passano due mesi e su YouTube esce il brano che lo fa definitivamente esplodere: “Mmh Ha Ha Ha”. La reazione generata dal brano è immediata e spacca l’Italia in due. All’estero ottiene apprezzamenti da illustri personalità musicali, tra cui Darryl McDaniels dei Run DMC, che è così colpito che si dice interessato a farne un remix e Dua Lipa, che condivide il video sui suoi canali social con la descrizione “I’m obsessed with this”. Il pubblico di Young Signorino diventa internazionale.

Il brano successivo, “La danza dell’ambulanza” è stato prodotto da Big Fish, storico produttore di rapper come Fabri Fibra ed Emis Killa.

“Dolce Droga”, “Mh ha ha ha” e “La danza dell’ambulanza”, con i testi espliciti ma allo stesso tempo ermetici, fanno di Young Signorino l’artista più controverso del 2018 e il pubblico si divide tra chi lo definisce geniale e chi ne rimane scandalizzato.

Con “Coma Lover” inizia un nuovo percorso da indipendente di Young Signorino, un brano introspettivo, dove emerge un netto distacco rispetto ai brani precedenti. A novembre 2018 esce il primo EP di 5 tracce dal titolo “Total Black”; è il suo primo progetto “strutturato”.

A dicembre 2018 lo scultore Fabio Viale inaugura nella sua galleria d’arte a Torino una riproduzione del volto a grandezza naturale del David di Michelangelo con i tatuaggi di Young Signorino, una metafora e una provocazione alla gigante Italia sconfitta dal giovane.

Il 26 febbraio 2019 Young Signorino collabora di nuovo con Big Fish, stavolta per un remake di un vecchio pezzo “Bevanda al gusto di tè”, trasformato poi in “Bevanda”. Seguono i singoli “Holaciaohi” e “Drogalero”.

In questo ultimo anno Young Signorino ha ottenuto consensi da illustri personalità musicali come Manuel Agnelli, Vinicio Capossela, Alex Britti, Max Collini e molti altri.

Il 25 ottobre 2019 esce il suo secondo EP, dal titolo “L’EPD’AMORE”, anticipato dal brano “Burrocacao Rosa”.

Link al videoclip del brano “Bilocale Love Life” su YouTube:




Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /var/www/html/wp-content/themes/newsbeat/template-parts/section/author-meta-single.php on line 29
Avatar
About the Author

caposervizio Spettacoli e Cultura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *