Vomito e nausea nei bambini: cause e possibili rimedi

Vomito e nausea nei bambini: cause e possibili rimedi

I bambini, specialmente quelli più piccoli, sono soggetti a numerosi disturbi, in quanto devono fare i conti con un sistema immunitario poco sviluppato ed efficace. In particolare è facile che siano soggetti a nausea e vomito, che possono essere scatenati da diversi fattori.

Ma che cosa vuol dire vomitare? Semplicemente, la rapida espulsione di materiale gastrointestinale, provocato dalla contrazione involontaria dei muscoli dell’addome. Spesso a tale sintomo viene associata anche diarrea, che può generare malessere e disidratazione. Ciò, di solito, è da imputare ad un virus o ad un’intossicazione alimentare.

Tuttavia, vi possono essere anche altre cause che possono determinare la comparsa del vomito e della nausea, come saltare i pasti, mangiare velocemente e consumare grandi quantità di alimenti poco salutari, quali brioches e panini. Come risolvere questo problema? Le possibilità di intervento sono molteplici, ma alcune sono più efficaci di altre. Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza al riguardo.

Rimedi efficaci per contrastare vomito e nausea nei bambini

Per contrastare la nausea ed il vomito che colpiscono spesso i bambini, molte persone ricorrono a rimedi naturali. Nello specifico i genitori cercano di far bere grandi quantità di acqua ai loro piccoli, nonché di farli mangiare in modo leggero, evitando particolari condimenti e spezie.

Tuttavia, anche quando adottando questi accorgimenti la situazione non sembra migliorare, è possibile ricorrere ad un valido aiuto. Di fatto, tra i medicinali estremamente utile è biochetasi vomito bambini. Si tratta di un farmaco da banco, che non necessita di prescrizione medica, adatto per gli adulti, ma anche per i bambini. Di solito, viene utilizzato in forma di granulato effervescente in bustine. Tuttavia, si può trovare anche in compresse effervescenti, supposte e fiale.

Per evitare spiacevoli fraintendimenti è bene sottolineare che questo medicinale aiuta a contrastare i sintomi, ma non a risolvere il problema scatenante. Prima dell’assunzione è bene consultare il pediatra, in modo da avere la certezza di agire nel migliore dei modi. Del resto, può avere controindicazioni ed effetti collaterali.

Quando conviene consultare il pediatra

Il vomito e la nausea possono verificarsi con frequenza nei bambini. Tuttavia, in alcuni casi è bene chiedere consiglio al pediatra. In particolare ciò deve avvenire quando sono presenti anche altri sintomi come febbre elevata e forte mal di testa, nonché quando il bambino fa fatica ad urinare, presenta mal di pancia costante e compare del sangue nel materiale espulso tramite il vomito.

Inoltre, è bene consultare il medico nel caso in cui il vomito persista da più di 6 ore in un bambino di età inferiore ai 6 mesi, da più di 12 ore in un piccolo che ha meno di due anni e da più di 24 ore in un paziente che ha superato questa età. Dunque, il vomito e la nausea non devono essere sottovalutati, poiché in molti casi possono essere un campanello d’allarme che sta ad indicare la presenza di un problema più grave. In più possono verificarsi situazioni spiacevoli, come disidratazione e forte malessere a livello addominale, causato dai continui sforzi.

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *