Volley Superlega, Vukasinovc. “Consar, bella reazione”

La Consar Rcm finalmente riesce a muovere la classifica. Il punto ottenuto contro l’Allianz Milano, oltre a dare una piccola boccata d’ossigeno ai romagnoli, ha dimostrato che il duro lavoro settimanale inizia a dare i propri frutti anche in campo.

Nonostante le sconfitte sul filo di lana dei primi due set e sotto 2-7 nel terzo, i ravennati hanno mantenuto alto il ritmo riuscendo a ribaltare una situazione tutt’altro che facile, andandosi a giocare un tie-break perso per la mancanza di esperienza.

Sabato c’è stata la consacrazione per il montenegrino Marko Vukasinovic che ha chiuso con 26 punti, tre muri 57% in ricezione e 54% in attacco, con punte dell’80% nei primi due set, dimostrando di valere la Superlega. Solito mattatore anche l’opposto olandese Niels Klapvijk (26 punti e 43% in attacco per lui) mentre sono da rivedere le prove di Ljaftov, in crescita ma impreciso nei momenti importanti e dei centrali Erati (4 battute sbagliate, 20% in attacco e un muro) e Comparoni (nessun attacco vincente ma due muri) mentre si è visto un buon Fusaro che con il 60% in attacco e un muro ha disputato la miglior prova della stagione.

La Consar sembra cresciuta nella correlazione muro-difesa, rigiocando molti più palloni rispetto alle ultime gare. «Sono molto orgoglioso – esordisce Vukasinovic – dopo le ultime brutte prestazioni e dopo i primi due set persi, molte squadre avrebbero mollato, invece noi siamo stati capaci di reagire raggiungendo un tie-break che ci ha consentito di muovere la classifica. C’è un po’ di rammarico per il quinto set, dove Milano è stata meno fallosa di noi e ha ottenuto i due punti».

Per Vukasinovic i 26 punti sono il miglior bottino della stagione. «Non guardo molto agli score e alle statistiche, ma cerco in ogni partita di dare il massimo e contro Milano penso di averlo fatto. Naturalmente cercherò di mantenere questo livello per tutto il torneo perché solo in questo modo potremo ottenere i punti che ci serviranno per la salvezza».

Alla luce della prova contro l’Allianz, Goi e compagni potranno affrontare le prossime due importantissime sfide a Cisterna e Verona con maggiori motivazioni. «Credo che la partita di sabato contro Milano possa essere una svolta per noi – conclude Vukasinovic – perché abbiamo capito di essere sulla buona strada per poter affrontare le prossime partite più fiduciosi dei nostri mezzi».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui