Volley Superlega, un sabato a Trento per la Consar

Dopo la splendida vittoria ottenuta mercoledì sera, tempo di ultima trasferta di regular season per la Consar Ravenna, attesa sabato (si gioca alle 19, dirigono Armandola di Voghera, alla terza gara in Superlega, la prima come primo arbitro e la seconda con la Consar, e Lot di Santa Lucia di Piave) alla Blm Group Arena di Trento dall’Itas Trentino, terza forza del campionato, in uno dei quattro anticipi della ventiduesima e ultima giornata di SuperLega Credem Banca. Più che gli interessi di classifica, già definita per entrambe (Trento chiuderà comunque al terzo posto e Ravenna è sicura della decima piazza), in questa partita le due formazioni cercheranno indicazioni e conferme in vista dei successivi impegni, che per l’Itas sono le gare di ritorno della Pool di qualificazione ai quarti di Champions, da giocare dal 9 all’11 febbraio in Germania a Friedrichshafen, dopo l’andata a Trento, e per la Consar invece sono i preliminari dei playoff, a partire dal 21 febbraio. E proprio sulla finestra europea dell’Itas, coach Bonitta punta la sua analisi per far capire ai suoi ragazzi che Trento, pur se reduce da due sconfitte, non sarà affatto in modalità relax. “Ci aspettiamo un’Itas con grande voglia di riscatto dopo una Coppa Italia che non è andata molto bene e ci aspettiamo una partita vera perché poi Trento andrà a giocare il girone di Champions e quindi sfrutterà il match contro di noi come prova generale”.

Ma è chiaro anche l’approccio che dovranno avere Mengozzi e compagni, reduci dalla vittoria sulla Kioene Padova che, oltre al quinto hurrà in campionato, ha portato con sé due top di squadra, guardando ai numeri di Legavolley: la ricezione perfetta (al 38,6%, primato di squadra stagionale) e i muri vincenti (ben 10: settima volta in doppia cifra in questo fondamentale). “Veniamo adesso da due partite, una giocata molto bene e persa e una giocata meno bene ma vinta – riassume Bonitta – e per noi in questa marcia di avvicinamento ai playoff è importante continuare ad avere prestazioni buone. Quindi sia la partita di domani a Trento che poi quella di mercoledì nel recupero contro Milano diventano due passaggi importanti per finire al meglio, con entusiasmo ed energia positiva la regular season. Poi avremo dieci giorni per preparare la prima gara dei playoff, nei quali vogliamo davvero far vedere tutta la qualità del nostro gioco”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui