Volley Superlega, un giovedì a Monza per la Consar

Continuano gli straordinari forzati di questa anomala stagione per lo sport italiano e di conseguenza anche per il volley. Ultimo round di recuperi del girone d’andata di SuperLega. Giovedì alle 19 la Consar Ravenna sarà di scena all’Arena di Monza per affrontare il Vero Volley nel recupero della nona giornata di andata. Il match servirà a definire la classifica finale al termine del girone d’andata e quindi a completare la griglia dei quarti di Coppa Italia, che si giocheranno il 27 gennaio. Comunque andrà il match di domani, la squadra di Bonitta non potrà cambiare il suo 10° posto al giro di boa, anche perché in caso di successo in terra brianzola, a pari punti con Verona avrebbe una vittoria in meno. Nella griglia di Coppa, la Consar, che a inizio stagione ha superato il girone di qualificazione, figura come settima squadra e quindi affronterà la seconda al termine dell’andata, ovvero la Sir Safety Perugia in Umbria. Ma la partita di domani per Mengozzi e compagni ha comunque la sua importanza sia perché c’è voglia, da qui alla fine, di migliorare la posizione di classifica sia perché dopo due partite senza punti c’è grande desiderio di tornare a fare risultato, contro un avversario che poi verrà nuovamente affrontato in casa il 24 gennaio.
“Per adesso il discorso della Coppa Italia non ci sfiora minimamente – ammette Marco Bonitta, coach della Consar – perché prima di questo appuntamento, abbiamo tre partite di campionato da disputare. Stiamo avendo molti alti e bassi e questo è un momento in cui non riusciamo a giocare con costanza, questo è abbastanza chiaro. In questi due giorni di allenamenti tra il ritorno da Vibo e la trasferta di Monza, abbiamo cercato di mettere a posto quello che potevamo per andare a Monza e provare a fare il nostro meglio”.
Il Vero Volley che attende la Consar è reduce da sei vittorie consecutive (ultimo ko a Vibo l’1 novembre scorso) e, come la Consar, ha dovuto fermarsi qualche tempo per gestire alcuni casi di positività al Covid. “Monza ha vissuto a grandi linee la nostra stessa situazione per quanto riguarda lo stop per Covid – ricorda Bonitta – e come noi adesso si trova priva di un giocatore molto importante, che è Lagumdzjia, però è in bella serie positiva, è una squadra solida, di esperienza, con giocatori che hanno tanti anni di SuperLega alle spalle. E in panchina mi fa piacere ritrovare Massimo Eccheli, ci accomunano i primi passi da allenatore. Gli faccio i complimenti per il grande lavoro che sta facendo. Sarà certamente una partita molto dura per noi”.
Per questo match Bonitta, ancora privo di Grozdanov, non guarda solo al risultato puro. Al coach della Consar interessa vedere la sua squadra tornare a esprimersi con continuità e su alti livelli di gioco. “La pressione della classifica e quindi della retrocessione non c’è, ma abbiamo dentro un’altra grande pressione che è quella di essere in grado di giocare anche in questa situazione. Stiamo lavorando duramente in palestra, i ragazzi non si stanno risparmiando. Dobbiamo uscire da questa fase di alti e bassi, da questo momento di involuzione; speriamo che ci sia di nuovo il trend positivo, a cominciare magari già da Monza”.
 Per questo match sono stati designati Alessandro Cerra di Bologna, che ha esordito in SuperLega il 20 novembre 2016 proprio in una partita di Ravenna, al Pala de Andrè contro Milano, e Cesare Armandola di Voghera, al debutto in SuperLega in questa annata: per lui sarà la seconda gara dopo Padova-Vibo dell’11 ottobre scorso.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui