Volley Superlega, per la Consar un triste “13” di positivi

Piove sul bagnato in casa Consar Rcm e quasi certamente si dovranno attendere altre tre settimane abbondanti per il ritorno in campo di capitan Goi e compagni. Il contagio che ha rapidamente colpito la Superlega si è scatenato in modo ancora più virulento nel gruppo di lavoro romagnolo. È infatti salito a 13 il numero dei membri del gruppo squadra della Consar Rcm che risultano positivi al Covid.

Il giro di tamponi effettuato ieri mattina ha evidenziato la positività anche di Mateusz Biernat, Francesco Comparoni e Francesco Fusaro, dei due allenatori, Emanuele Zanini e Leondino Giombini, e dello scoutman Giuseppe Amoroso.

Questo ha impedito il ritorno al lavoro in palestra e ha ulteriormente rivoluzionato il calendario dei romagnoli che hanno dovuto spostare tutte le prime cinque giornate del girone di ritorno (quella casalinga con Piacenza, le trasferte di Taranto e Modena, il match interno con Padova e la gara di Monza, che era in calendario per sabato e l’unica a essere stata riprogrammata per mercoledì 16 febbraio). La data più probabile per il ritorno in campo è il 30 gennaio alle 18 al De André contro la Tonno Callipo Vibo Valentia.

In occasione di quella partita entrerà in vigore anche per la Consar Rcm la nuova regolamentazione per l’accesso al palazzetto che prevede una capienza ridotta al 35% e l’obbligo di indossare la mascherina FFP2 per tutto l’arco della permanenza nella struttura.

In una nota, la società tranquillizza i propri tifosi abbonati. “Tale riduzione – si legge – non va a compromettere la disponibilità del posto per i nostri abbonati, che quindi continueranno ad avere il posto loro assegnato o da loro scelto garantito anche per le restanti sei partite interne e sono ovviamente disponibili anche diverse centinaia di biglietti per le singole gare”. Dai tamponi di verifica dei prossimi giorni dipenderà infatti la ripresa degli allenamenti a ranghi completi o progressivamente completi.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui