Volley Superlega, la Consar Rcm non sfata il tabù vittoria

Consar Rcm 1

Verona 3

Consar Rcm Ravenna Biernat, Klapwijk 21, Candeli 6, Comparoni 2, Orioli 1, Vukasinovic 13, Goi (libero), Bovolenta 3, Ljaftov 3, Ulrich 6, Andre, Dimitrov. N.e.: Pirazzoli. All.: Zanini.

Verona volley Spirito 1, Jensen 21, Cortesia 9, Aguenier 9, Asparuhov 10, Mozic 24, Bonami (libero), Magalini 1, Viera, Bonami, Zanotti 2. N.e.: All.: Stoytchev.

ARBITRI Pozzato di Bolzano e Saltalippi di Perugia.

parziali 21-25, 15-25, 26-24, 20-25.

Note Spettatori 649, incasso 5.719 euro. Durata set: 30’, 24’, 30’, 29’, totale 1h53’. Consar Rcm: ace 4, bs 13, muri 3, errori 9. Verona: ace 5, bs 20, muri 15, errori 7.

La Consar Rcm non riesce a conquistare la bramata vittoria in campionato ma non demerita con Verona. Gli scaligeri si sono imposti per 3-1 al Pala De Andrè, ma Ravenna a tratti ha mostrato un buon gioco. Zanini schiera titolare il giovane Mattia Orioli insieme a Biernat, Klapwijk, Candeli, Comparoni, Vukasinovic e Goi. Sul fronte opposto Stoytchev risponde con Spirito, Jensen, Cortesia, Aguenier, Asparuhov, Mozic e Bonami libero.

Verona parte forte con gli attacchi di Mozic e Jensen (1-4), Ravenna prova a tenere il passo con Klapwijk, Comparoni e Orioli (5-6), ma gli scaligeri piazzano tre muri e rimettono le distanze (5-11). Zanini butta dentro Ljaftov al posto di Orioli e Klapwijk suona la carica con 3 ace (9-11) ma non basta e Verona allunga (11-16). Sul 16-20 Zanini inserisce Bovolenta che debutta senza paura davanti al pubblico di casa. Finale sul velluto per Verona che chiude con Jensen (21-25).

Avvio equilibrato nel secondo set fino al 5-5, poi primo allungo di Verona (5-8). Zanini in regia si affida ad Andrè, ma gli ospiti volano trascinati da Mozic, Jensen e Asparuhov (9-14), nelle file di Ravenna il tecnico dà spazio di nuovo a Bovolenta che piazza anche un ace (12-18) ma il divario in campo è abbastanza netto e il finale è tutto in discesa per i gialloblù che chiudono facilmente sul 15-25 con un attacco di Asparuhov.

Nel terzo parziale spazio a Ulrich nelle file della Consar Rcm, la sfida si fa più equilibrata con Ravenna più incisiva in attacco anche se resta assente a muro, Verona risponde a tono affidandosi agli attacchi di Jensen, Mozic e Aguenier. Il botta e risposta prosegue fino alla fine. Sul 24-24 un muro (finalmente) di Comparoni e un errore di Asparuhov regalano il set a Ravenna (26-24). Quarto set con i ragazzi di Zanini decisi a farsi valere e Verona che non molla di un centimetro. Equilibrio fino all’8-8 poi gli scaligeri allungano (8-12) e riescono a mantenere un buon margine, Ravenna ce la mette tutta e fa vedere buone giocate, ma nel finale Verona ha qualcosa in più e chiude sul 20-25 con un attacco di Cortesia.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui