Volley Superlega, Erati: “Consar, basta poco per risalire”

Un 3-0 che fa male e che va prontamente riscattato per non vedere scappare le avversarie nella corsa salvezza. A Vibo Valentia i giallorossi sono incappati in una serata ancora più amara di tante uscite precedenti in cui la formazione di Zanini, squalificato e sostituito da Giombini, pur lottando ha sempre dovuto inseguire gli avversari, salvo qualche piccolo vantaggio nell’arco del terzo set.

Le occasioni mancate

Si è allungata così la striscia di sconfitte e anche di occasioni mancate in questo scorcio di stagione ma in casa Consar Rcm le motivazioni, la voglia di risalire la china sono quelle giuste. Il centrale Alex Erati ne è lo specchio fedele. «Non stiamo ancora raccogliendo i frutti del lavoro finora svolto – premette – In allenamento e in partita la voglia di aiutarci, sostenerci, giocare il tutto per tutto ci sono e ci saranno sempre. Ognuno di noi ha ben in testa quelli che sono i nostri obiettivi, le nostre problematiche che comunque stiamo affrontando secondo me nel modo giusto. Il tutto finalizzato a non deludere la società che sta dando il massimo, anche sul mercato, per permettere un salto di qualità sia negli allenamenti che in partita, e anche una piazza come Ravenna che è abituata a questa categoria e una nostra eventuale retrocessione sarebbe una sconfitta sotto tutti i profili. Il solo punto in classifica fa temere il peggio, così come le due sconfitte contro le rivali dirette Taranto e Vibo, ma credo che basti veramente poco per invertire una tendenza. E’ passato appena un mese di stagione regolare e c’è veramente tanto tempo ma questo tempo non va sprecato. Il calendario è molto serrato e ci aspettano partite importanti anche prima di altri due scontri diretti del mese di dicembre, vale a dire contro Verona e Cisterna, che chiuderanno il girone d’andata. Le due settimane che ci separano da questi due appuntamenti dovranno essere sfruttate al meglio per farci trovare preparati e nelle migliori condizioni psico-fisiche possibili. Solo dopo Verona e Cisterna potremo fare un punto della situazione ancora migliore».

Ora Perugia

Domenica al De André arriva una delle corazzate della Superlega, quella Sir Safety che ha finora giocato cinque partite, vincendole tutte e lasciando agli avversari la miseria di due set complessivi. «Perugia è la squadra che per continuità sta facendo vedere la pallavolo migliore e a livello di rosa, ruolo per ruolo, può contare sui migliori giocatori del mondo. Il pronostico appare chiuso ma se dovessimo uscire dal campo al termine di una prestazione molto lottata potrebbe essere veramente la spinta giusta e la conferma che ce la possiamo giocare con tutte, a maggior ragione con le squadre della nostra fascia».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui