Volley Superlega, Consar: si avvicina la conferma di Comparoni

Cresce in silenzio la rinnovatissima Consar che vuole riportare pubblico ed entusiasmo nella cornice di un Pala Costa che, se non potrà mai tornare agli anni ruggenti della celebre ‘curva del cesso’ promette di regalare carica e fiducia a una formazione che vuole disputare un campionato di A2 tutt’altro che banale. Anzi, legato a filo doppio a un roster giovane, qualitativo ma farcito di tre o quattro elementi esperti.


Comparoni bis

I tasselli finora sistemati sono quattro: Coscione, Bovolenta, Orioli e Goi, mentre è sfumato per ovvio motivi il sogno-Mengozzi, giustamente confermato per un anno da Perugia dopo la sua bella finale. Ma proprio al centro Bonitta è corso ai ripari, perché la notizia dell’ultima ora è che Francesco Comparoni è a mezzo passo dalla permanenza a Ravenna. Parmense classe 2001, Comparoni era arrivato a gennaio in prestito da Monza, dopo aver vinto l’estate scorsa con l’Italia i Mondiali Under 21. Comparoni ha trovato spazio adeguato a Ravenna (21 gare, 68 punti dei quali 22 a muro) nonostante un contesto tecnico impossibile in Superlega per quella Consar. Ora cambieranno registro e categoria e tutto lascia pensare che la crescita inevitabile di Comparoni possa fornire un ulteriore input per gli obiettivi della formazione di Bonitta.
Che, sempre al centro, continua a inseguire il ritorno del 1989 Matteo Zamagni, che proprio ieri con Reggio Emilia si è giocato contro Cuneo il primo match-ball per la promozione in Superlega. Una promozione non impedirebbe a Zamagni, presente nella Marcegaglia promossa in A1 nel 2011, di tornare sui propri passi e riabbracciare la vicina Ravenna (è di Bellaria). La strada è tracciata a meno che, come per Mengozzi, le ottime prove di Zamagni in stagione non spingano la società emiliana a fare di tutto per trattenerlo ancora per un campionato.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui