Volley Superlega, Consar: sfida impossibile a Civitanova

Dalla padella alla brace. Dalla squadra che finora non ha mai perso in campionato, Perugia, a quella che detiene scudetto e Coppa Italia e che punta diretta al bis tricolore, Civitanova, il passo è breve per la Consar Rcm che prosegue questo suo ciclo terribile dal quale è complicato tirare fuori qualche punto da aggiungere a una classifica che piange.

È il vero testacoda del campionato (Perugia ha vinto tutte le partite, a differenza dei marchigiani, ma ha giocato due gare in meno e dunque insegue in classifica) perché di fronte ci sono la capolista Lube e il fanalino di coda Consar Rcm che domenica è uscito dal Pala De Andrè consapevole di aver dato tutto il possibile contro una formazione di un altro pianeta. E di un altro pianeta è anche questa Lube che oggi parte con i favori del pronostico.

«Purtroppo queste due partite ci sono capitate una dietro l’altra in tre giorni – dichiara il coach della squadra ravennate Emanuele Zanini – e sabato ce n’è un’altra da giocare, nemmeno quella semplice contro Milano, quindi i miei ragazzi sono sottoposti a un tour de force psicofisico impressionante e questo non ci aiuta, però il pessimismo non porta da nessuna parte. Quindi, giocheremo sereni sapendo che tipo di partita sarà».

Una partita sulla carta a senso unico nella quale, però, qualche segnale dalla squadra romagnola si attende, soprattutto nella parte iniziale dove troppo spesso, finora, la Consar Rcm ha lasciato via libero all’avversario di turno, non solo alle rivali di alto rango.

«Siamo ripartiti a testa bassa, già lunedì cercando nel poco tempo a disposizione di lavorare ancora di più per migliorare e per aggiustare alcune situazioni – prosegue Zanini -. Ci attende una partita dal livello di difficoltà simile a quello che abbiamo trovato domenica. La Lube ha campioni di esperienza decennale, un organico costruito per rivincere, è completa. In questo momento per noi è importante cercare di crescere uno step in più in ogni partita e migliorare la nostra qualità di gioco».

C’è ancora qualche dubbio per l’impiego nel ruolo di schiacciatore titolare del montenegrino Marko Vukasinovic, uno dei giocatori difficilmente sostituibili in casa Consar in questa prima fase della stagione e vittima di un attacco febbrile poco prima della sfida di domenica scorsa contro Perugia che lo ha costretto a rinunciare a scendere in campo. Il giocatore non è al meglio ma potrebbe farcela. La squadra ravennate, dunque sarà con Biernat alzatore, Klapwijk opposto, i centrali Erati e Comparoni, confermati dopo la buona prova con Perugia, e le bande Vukasinovic e Ljaftov con Goi libero.

Blengini farà ancora a meno, oltre che dell’infortunato di lunga data Zaytsev, anche di Osmany Juantorena, alle prese con un problema muscolare, che lo costringe a un riposo forzato già da un paio di settimane. In campo De Cecco alzatore, Garcia Fernandez opposto, i centrali Anzani e Simon, le bande Kovar e Lucarelli e il libero Balaso. Si gioca alle 20.30, arbitrano Pozzato di Bolzano e Giardini di Verona, diretta su Volleyball World Tv.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui