Volley Superlega, Consar per l’orgoglio contro Verona

Ancora quattro tentativi per la Consar Rcm di chiudere il campionato almeno con una vittoria e forse le ultime speranze concrete di successo i ravennati possono averle proprio oggi contro un Verona motivatissimo che non può permettersi passi falsi ma che qualche difetto ce l’ha.

Tre punti sono d’obbligo per la squadra di Stoytchev che farebbe un passo avanti decisivo ma che all’andata rischiò qualcosa con i romagnoli e dunque non può permettersi distrazioni. Salire a quota 24 con tre gare ancora da disputare con Civitanova, Piacenza e Monza vorrebbe dire crearsi un piccolo cuscinetto in vista di un finale di stagione non semplice. Dall’altra parte c’è una Consar Rcm che può giocare senza particolari patemi e ci riproverà.

«Nessuno di noi ha voglia di chiudere senza almeno una vittoria. Nelle quattro partite che ci mancano ognuno di noi darà tutto quello che ha per raggiungere tale obiettivo – afferma il coach ravennate Emanuele Zanini -. Andremo alla ricerca della miglior prestazione all’insegna della continuità. Giochiamo bene ma solo a sprazzi, a volte solo con alcuni fondamentali. Per vincere le partite in Superlega occorre continuità in tutti i fondamentali nelle due fasi e dobbiamo metterle insieme, in un giorno solo, in un’unica partita».

Verona penultimo e Ravenna ultima, come all’andata quando i veneti riuscirono a spuntarla 3-1. «La classifica di Verona non è veritiera, non rispecchia il valore dei giocatori – ammette Zanini – e i pochi punti in cui si trovano cinque squadre dimostrano che la differenza tra di loro è minima. Ma a mio avviso il roster di Verona è da play-off e per noi sarà un impegno arduo. Potranno contare su un gioiellino come Mozic che avevo visto già con la nazionale slovena in alcuni test match anche se giocava poco perché aveva davanti a sé gente come Urnaut e Cebulj, però è un talento stratosferico e in Superlega non esiste un giocatore così giovane che ha mostrato quello che ha mostrato lui con continuità. Dalla nostra capacità di limitarlo passeranno molte possibilità di portare a casa qualcosa».

Sempre assenti Peslac, Erati, operato in settimana con buon esito al menisco del ginocchio destro, e Fusaro (per tutti e tre stagione finita), confermata la presenza di Alessandro Bovolenta che si è allenato tutta la settimana con la prima squadra. Zanini si affiderà a Biernat in regia, Klapwijk opposto, i centrali Candeli e Comparoni, le bande Ljaftov e Vukasinovic e Goi libero. Verona risponderà con qualche dubbio: Spirito potrebbe essere confermato titolare come la scorsa settimana con Modena in regia, l’opposto è Jensen, i centrali sono Cortesia e Aguenier, le bande Asparuhov e Mozic con Bonami libero.

Si gioca alle 18 al Pala de Andrè, con diretta Rai e VolleyballWorld.tv, arbitrano Pozzato di Bolzano e Saltalippi di Perugia.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui