Volley Superlega, Consar: le speranze di salvezza passano da Verona

Passano da Verona le speranze della Consar Rcm Ravenna di restare ancora in corsa per la zona salvezza. La squadra vista una settimana fa contro Milano può provare a dare fastidio alla formazione che è più vicina ai romagnoli, ultimi in classifica.


Motivazioni forti


Nell’anticipo della decima giornata si affrontano le ultime due della classe in una partita che può essere molto importante per entrambe le squadre, che finora hanno incontrato tante difficoltà in campionato, attese per la Consar Rcm, molto meno per la squadra veneta che finora ha espresso una qualità di gioco inferiore alle aspettative. «Dobbiamo ripartire da tutte le cose positive fatte contro Milano – dichiara Emanuele Zanini, coach della Consar Rcm – ed entrare in campo con la volontà di riconfermare in primis l’attitudine nel tenere il campo, che sabato scorso nel match contro i lombardi è stata ottimale, e poi i fattori tecnici, le molte difese fatte, i molti muri toccati, la grande efficienza in battuta. E poi conto di rivedere quell’atteggiamento mentale positivo di chi sa di potersi giocare al meglio la partita, di stare dentro la partita, anche trovandosi sotto nel punteggio come è accaduto sabato scorso».


Pericolo Mozic


I due set conquistati contro Milano hanno regalato un pizzico di fiducia ed entusiasmo in più alla formazione romagnola, che oggi proverà a confermare quanto di buono aveva mostrato sabato scorso. «Guardiamo all’organico di Verona e notiamo un roster di livello, con tanti giocatori di grande qualità, a cominciare da Mozic, che giovanissimo al suo primo anno in Italia sta facendo benissimo e che io prima del via del campionato, a precisa domanda di un giornalista, avevo inserito tra i protagonisti di questa SuperLega. Fermare lui non è facile perché ha una fisicità straripante che lo colloca nell’eccellenza. Verona ha un impianto di squadra molto buono, con diversi talenti, nel complesso giovane ma quando si sono accorti che avevano bisogno anche di un po’ più di esperienza hanno aggiunto Rafael e Wounembaina, giocatori che conosco molto bene, per cui adesso è un bel mix. E un po’ mi sorprende che sia in questa posizione di classifica. Penso che Verona darà fastidio a molte squadre nel prosieguo della stagione, al di là di quello che potrà succedere domani (oggi ndr)».
Al momento, però, i veronesi sono ancora a tiro di Ravenna che punterà ancora una volta sulla coppia d’attacco che ha fatto molto bene nelle ultime uscite, composta da Vukasinovic e Klapwijk. I ravennati schiereranno Biernat in cabina di regia, l’opposto Klapwijk, Vukasinovic E Ljaftov in banda, i centrali Erati e Comparoni e Goi libero.
Verona, che arriva dalla netta sconfitta di Modena, schiererà l’ex di turno, Luca Spirito al palleggio, l’opposto Jensen, i centrali Cortesia e Nikolic e le bande Mopzic e Asparuhov con Donati e Bonami nei ruoli di liberi. Squadre in campo alle 18, arbitrano Cesare di Roma e Simbari di Milano, diretta su Rai Sport e su Volleyball World Tv.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui