Volley Superlega, Consar con Civitanova per provarci ancora

Vede Civitanova e di solito si infiamma la Consar Ravenna che all’andata fu per molto tempo l’unica squadra ad aver strappato un punto alla squadra marchigiana e che oggi pomeriggio, nell’anticipo della seconda giornata di ritorno, proverà a mettere i bastoni fra le ruote alla Lube, seconda forza del campionato e squadra campione del mondo in carica. Non può certo essere la Consar sfavillante della prima parte del campionato, quella che scenderà in campo oggi in Pala De Andrè ancora chiuso al pubblico ma la partita contro i forti marchigiani è molto importante per la squadra di Marco Bonitta che ha bisogno di trovare il ritmo partita in vista di un dicembre che si preannuncia senza tregua con sette sfide che, di fatto, indirizzeranno la stagione della squadra ravennate. «Nella pallavolo purtroppo la storia difficilmente si ripete – dichiara il tecnico ravennate – e rispetto alla gara dello scorso campionato siamo una squadra completamente diversa. Abbiamo un bel ricordo di entrambe le partite ma la gara di domani (oggi ndr) non sarà certamente figlia di quei risultati. Loro sono una squadra fortissima, hanno in vista una bolla di Champions e quindi vorranno fare una bella partita di qualità per arrivare con grande energia a quella bolla a Tours dall’8 al 10 dicembre dove affronteranno anche Perugia. Inoltre la Lube è una di quelle squadre che non si è fermata mai mentre noi ci siamo fermati un mese e non abbiamo ancora il ritmo che servirebbe per questa Superlega, però questo non vuol dire che siamo rassegnati. Stiamo proseguendo il nostro lavoro e cercheremo, come nelle altre partite con le grandi, di fare la nostra partita e di sfruttare tutte le occasioni che ci dovessero capitare».

Quello della condizione è sicuramente il problema più importante in casa ravennate ma molti giocatori iniziano ad avere un paio di settimane di lavoro nelle gambe dopo la quarantena e oggi potrebbero iniziare a sentirne i giovamenti (anche se a Piacenza sabato scorso non c’è stato certo un crollo nella seconda parte di gara). «C’è più ritmo – conferma Bonitta – ma c’è anche un po’ più di stanchezza perché è chiaro che per ritrovare il ritmo partita dobbiamo un po’ galoppare e non possiamo andare al trotto. In questi giorni ho visto che la squadra sta bene e ha energie sufficienti per fare una bella partita. Sono tranquillo per quello che possiamo fare e sul fatto che i ragazzi venderanno cara la pelle come è peraltro avvenuto anche a Piacenza, al nostro ritorno in campo».

Ravenna scenderà in campo con la formazione titolare: Redwitz in regia, Pinali opposto, i centrali Mengozzi e Grozdanov, le bande Loeppky e Recine e il libero Kovacic. Civitanova risponderà con la formazione che ha sconfitto Verona: De Cecco in regia, Hadrava (ma potrebbe rientrare l’ex Rychlicki) opposto, i centrali Anzani e Simon, le bande Leal e Juantorena e Balaso libero. Inizio alle ore 18, arbitrano Giuseppe Curto di Gorizia e Daniele Rapisarda di Udine, diretta su Raisport.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui