RAVENNA – Quattro giorni per il primo bivio della stagione. La doppia sfida del Pala De Andrè con Piacenza darà una configurazione esatta alla prima parte dell’annata della Consar, che questa sera “vede” il primo traguardo del passaggio ai quarti di finale di Coppa Italia e domenica proverà a muovere la classifica alla prima di campionato, sempre contro la squadra che fino a lunedì era allenata da un illustre ex, ravennate purosangue come Andrea Gardini, esonerato dopo la doppia sconfitta con Cisterna e Padova, e che ora è in attesa di un nuovo tecnico.

Due conti

È anche arrivato il primo momento per mettersi a fare dei conti: la classifica del girone recita Padova 5 punti, Ravenna 4, Cisterna 3 e Piacenza 0. L’unica certezza è che Piacenza è eliminata ma oggi non sarà certo una gita per gli emiliani, vista l’aria che tira. Ravenna ha due strade per approdare ai quarti: vincere 3-0 o 3-1 (e a quel punto avrebbe la certezza a prescindere dal risultato della sfida tra Padova e Cisterna) o, in caso di altro risultato, tifare per Padova nella speranza di chiudere con un punto in più rispetto ai laziali.

Anche Marco Bonitta ora crede nella prima impresa stagionale. «Abbiamo alla portata un primo piccolo traguardo che non era inizialmente nei nostri pensieri, ma adesso, arrivati a questo punto, vogliamo ottenere la qualificazione. Sono stato piacevolmente sorpreso della bravura con cui i ragazzi sono riusciti a superare in una settimana quelle interferenze tecniche, mentali e fisiche che spesso limitano nella performance in campo».

Piacenza arrabbiata

Il cambio di allenatore rischia di dare a Piacenza un impulso importante proprio in vista della doppia sfida con Ravenna, anche se le motivazioni dei romagnoli oggi saranno alle stelle. «Piacenza ha perso due partite in maniera inaspettata – afferma il tecnico ravennate – però sono certissimo che verrà qui per prendere il nostro scalpo. Stiamo certi che, pur essendo fuori dalla Coppa, la Gas Sales metterà in campo tutto il potenziale che ha, ed è un potenziale, inutile nasconderlo, nettamente superiore al nostro. Quindi, grande umiltà, grande determinazione ma anche molta autostima che ci farà affrontare bene questa settimana con le due partite con Piacenza».

I sestetti

Ravenna torna in campo con la formazione titolare che ha sbancato Cisterna: Redwitz in regia e Pinali opposto, Grozdanov e Mengozzi al centro, Recine e Loeppky in banda, con Kovacic libero. Non sarà della partita Tommaso Stefani, tornato con la nazionale Under 20 per l’ultimo stage, in corso di svolgimento in Friuli, prima della partenza per la Repubblica Ceca dove sabato 26 prenderà il via l’Europeo di categoria. Piacenza, che con ogni probabilità sarà guidata dal secondo Massimo Botti, partirà con Hierrezuelo in regia, l’opposto Grozer, Russell e Clevenot in banda, i centrali Polo (ex di turno, come Giuliani nelle file di Ravenna) e Candellaro. Si gioca alle 20.30, arbitrano Saltalippi e Brancati, diretta Streaming su Eleven Sport.

Argomenti:

coppa italia

piacenza

superlega

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *