Volley Superlega, Biernat: “Consar, ci esprimiamo solo per un set”

Una dolorosa sconfitta che lo diventa ancora di più pensando al fatto che è arrivata al termine di uno scontro diretto. Così la Consar Rcm si trova all’ultimo posto solitario, ancora senza vittorie e con le contendenti alla salvezza più vicine, Taranto e Vibo, distanti cinque punti e rispettivamente con due e una partita in meno dei romagnoli. A Verona si è vista ancora una volta una formazione dai due volti, troppo timorosa e poco concreta nei primi due set, a differenza di una attentissima padrona di casa che ha saputo sfruttare tutti i propri pregi, soprattutto a muro, e le occasioni avute. Nel terzo, come quasi sempre ultimamente, si è vista la migliore versione della formazione di Zanini che ha meritatamente vinto come anticipazione di un quarto lottato ma perso non ai vantaggi bensì ai dettagli.


Il regista non si arrende

Il palleggiatore Mateusz Biernat è lo specchio di questa Consar Rcm che non si vuole arrendere a una prima metà della stagione deficitaria. «La partita con Verona è stata lo specchio di quasi tutte quelle che abbiamo giocato finora – sottolinea il regista – in cui abbiamo dimostrato di potercela giocare con tutte, forse soprattutto con le grandi. Però purtroppo riusciamo ad esprimerci al meglio solamente per un set, un set e mezzo, in cui riusciamo a mettere in pratica quanto proviamo in allenamento che è sempre di altissimo livello. Poi purtroppo sono i particolari a fare la differenza, e lo si è visto anche domenica scorsa, in cui Verona ha giocato un’ottima partita, trascinata da Mozic che si è dimostrato il vero leader della squadra, prendendosi tutte le responsabilità più importanti e mettendole tutte o quasi a segno. Noi come altre volte siamo riusciti a venire fuori dopo essere andati sotto e in questa occasione il finale di set è andato positivamente nel terzo, molto meno nel quarto, come accaduto con Monza mentre era andata meglio con Milano. Resta un campionato di altissimo livello in cui sono presenti tutti i migliori palleggiatori d’Europa se non del mondo e se non riesci a mettere in difficoltà la ricezione già a partire dalla battuta poi gli avversari hanno giocate facili a loro disposizione. Noi al servizio solo raramente riusciamo a farlo e questo si ripercuote anche sul rendimento a muro. Dobbiamo alzare la qualità in questo fondamentale in modo tale da renderlo vincente o anche solamente per farlo diventare un tocco che poi possa permettere un contrattacco vincente».


Ora Cisterna

L’ultima giornata dell’andata bizantina si gioca nuovamente in trasferta, a Cisterna di Latina, domenica alle 18. «Io resto comunque molto fiducioso – conclude Biernat – perché sono convinto che la qualità degli allenamenti così alta ci permetterà di segnare presto la svolta del nostro campionato, speravamo di darla a Verona ma non ci siamo riusciti, contro Cisterna dobbiamo assolutamente alzare le nostre statistiche perché è un’occasione da non perdere».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui