Volley, nel nome del padre: Alessandro Bovolenta debutta con la Consar

Milano 3

Consar Rcm 1

MILANO Porro 1, Chinenyeze 10, Patry 19, Piano 10, Ishikawa 4, Jaeschke 18, Staforini (libero 1) , Pesaresi (libero 2), Daldello, Romanò 3, Mosca, Djokic 2. N.e. Maiocchi. All.: Piazza.

CONSAR RCM Biernat 2, Vukasinovic 9, Klapwijk 19, Ljaftov 4, Comparoni 5, Candeli 3, Goi (libero), Queiroz, Ulrich, Dimitrov 1, Orioli 7, Bovolenta 2. N.e. Pirazzoli. All.: Zanini.

ARBITRI Rossi e Spinnicchia.

PARZIALI 23-25, 25-18, 25-19, 25-19.

NOTE Durata set: 28’, 31’, 26’, 31’. Totale 1h 56’. Battute vincenti: Milano 6, Ravenna 3. Battute sbagliate: Milano 19, Ravenna 14. Muri: Milano 13, Ravenna 2. Errori: Milano 10, Ravenna 16.

Una Consar Rcm bella a tratti si arrende 3-1 sul campo della Allianz Milano ma ancora una volta i romagnoli escono dal campo a testa alta e con una prova tutt’altro che negativa, con la ciliegina sulla torta dell’esordio in Superlega di Alessandro Bovolenta. I ravennati hanno sbattuto a più riprese contro il muro di Milano, dopo un primo set giocato su livelli visti poche volte quest’anno dalla squadra di Zanini.

Il coach ravennate recupera Vukasinovic e, per il resto, conferma la formazione di mercoledì. Le due squadre salgono sull’altalena del primo set. Milano parte forte e si porta sul 9-5, la Consar Rcm vuole uscire dal mood delle partenze col freno a mano di tante partite e ci riesce con la battuta di Ljaftov che riporta Ravenna sul 10-10. I giallorossi non si fermano e giocano una parte centrale di set di grande qualità volando sul 19-15. Va Ishikawa al servizio e ribalta tutto riportano Milano avanti (21-20). Ravenna non si scompone e nel finale imbriglia gli attaccanti avversari chiudendo 25-23 con l’attacco vincente di Vukasinovic. Nel secondo set avvio travolgente di Milano che si porta sull’8-2 e sull’11-5. Entra Orioli e, tra difese, attacchi e battute, riporta sotto la Consar fino al 12-9. Un muro di Piano e un errore di Comparoni rilanciano Milano che si porta sul 18-13 e, a questo punto, Zanini fa esordire Bovolenta ma Ravenna non riesce a rientrare sugli avversari ed è il campione d’Europa Romanò a regalare all’Allianz il pareggio (25-18).

Ancora una bella partenza dei milanesi nel terzo parziale. La squadra di Piazza prova ad alzare il livello di concentrazione e si affida al muro che funziona piuttosto bene e scatta avanti sul 7-3. I ravennati hanno il merito di non mollare la presa e, grazie al cambio palla, riescono a restare in scia dei padroni di casa fino al 16-13. A questo punto arriva qualche errore di troppo in attacco e al servizio per la formazione romagnola che vede Milano fuggire via. La Consar Rcm alza bandiera bianca con l’errore in attacco di Orioli che sancisce il 2-1 per i milanesi (25-19).

Nel quarto set l’equilibrio dura fino al 9-8 per i padroni di casa che poi prendono il largo nella parte centrale, giocando con maggiore ordine e facendo sempre leva sul muro (18-13). I ravennati non mollano la presa ma non riescono ad avvicinare i rivali che, con qualche sussulto, riescono a conquistare il successo tanto atteso: 25-19 e quinto posto solitario per l’Allianz.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui