Volley donne, dalla D alla B2 in 4 anni: il capolavoro dell’Athena Rimini

E anche questa volta, la regola del “due” è stata rispettata. Da quando, nel 2016, Cristiano Vitali ha creato dal nulla l’Athena Rimini, ogni 24 mesi è arrivata una promozione. La prima volta nel 2017-18 con la scalata in serie D. Poi nel 2019-20, l’approdo in C (con tanto di coppa Emilia-Romagna in bacheca) e quest’anno addirittura il salto in B2. Merito di una programmazione seria e fatta per costruire i successi passo dopo passo. Come l’ultimo. Il più scintillante perché arrivato al termine di una splendida cavalcata che ha visto l’Athena vincere il suo girone e poi battere negli spareggi Castenaso e Cavezzo.
«Sono passati diversi giorni, ma ancora oggi faccio fatica a credere che sia tutto vero – dice Vitali -. È stata una cavalcata fantastica, abbiamo combattuto contro tutto e tutti, ma alla fine siamo riusciti a conquistare la B2. Per prima cosa voglio dire un grazie enorme alle ragazze, alle allenatrici Chiara Gambuti e Alessia Arcangeli, al nostro aiuto e scout Gianluca Ciambrone, al preparatore Davide Giannini, a tutti gli sponsor senza i quali questo sogno sarebbe stato irrealizzabile e ai nostri tifosi che non ci hanno mai lasciato soli».
Una vittoria non scontata quella dell’Athena partita da un episodio ben preciso. «L’anno scorso, dopo aver vinto il nostro girone, siamo arrivati secondi ai play-off, quarti assoluti, la prima squadra esclusa ed eravamo tutti sicuri della promozione. Invece è arrivata una grande delusione che poi è stata la base su cui abbiamo costruito questa vittoria che mai come quest’anno è stata figlia del collettivo. Perché solo un grande gruppo, dopo aver vinto garauno fuori casa e perso garadue in casa, poteva andare a Cavezzo e rivincere di nuovo».
Ha temuto di perdere? «Dopo il 2-0 nel primo set di garatre ho capito che si poteva fare perché le ragazze erano tutte sul pezzo. La gioia è tanta anche se qualcuno, prima di garadue, abbia tentato di minare la nostra concentrazione contattando un membro del gruppo squadra».
Venerdì prossimo la festa tra il bagno 9 e 10 a Marina centro. «Godiamocela poi penseremo al futuro che, come sempre, sarà fatto con le nostre forze».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui