RAVENNA – Dopo la sconfitta al tie-break nel primo match ufficiale della stagione, quello di ieri in Coppa Italia contro Padova, il tecnico della Consar Ravenna, Marco Bonitta, si aggrappa agli aspetti positivi: «La squadra che voglio si è vista a sprazzi – spiega – disputando un buon terzo set e sprecando qualcosa di troppo nel quarto. Al tie-break avevamo esaurito la energie nervose e siamo quasi spariti. Abbiamo tanti esordienti, mentre i nostri avversari hanno sfruttato la loro maggiore esperienza»
Il tecnico ravennate guarda al futuro con ottimismo: «Di solito in allenamento giochiamo meglio e in più siamo un cantiere aperto, con un gruppo da costruire. Al momento non ho in mente una formazione base: ci sarà sempre bisogno di tutti, trovando risorse preziose dalla panchina. Di sicuro dobbiamo migliorare in battuta, dove siamo stati insufficienti».

Argomenti:

coppa italia

Marco Bonitta

Padova

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *