Volley B1 donne, sospetto caso di Covid: l’Angelini resta a casa

Niente trasferta a Jesi per la Angelini Cesena che in extremis ha deciso di non affrontare la trasferta marchigiana a causa di un sospetto caso di positività al Covid 19 in seno al gruppo squadra. Una scelta che potrebbe costare la sconfitta a tavolino alla squadra di Andrea Simoncelli che non ha utilizzato il solito iter per rinviare la gara visto che il caso sospetto di Covid è stato rilevato nella giornata di ieri e dunque non c’era tempo di concordare il rinvio con la formazione di casa.
«Il viaggio con i pulmini societari e la stessa gara avrebbero potuto degenerare in un potenziale focolaio – ha scritto in una nota pubblicata sui social la società cesenate – il Volley Club non ha potuto che constatare il rifiuto della società ospitante a concedere il rinvio per le vie brevi. Si attende di sapere come si pronuncerà la Federazione Italiana Pallavolo. La tutela della salute delle atlete nonché dello staff è la priorità secondo cui la società cesenate ha preso questa decisione, in tempi strettissimi».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui