Volley A2 donne, Teodora stasera con Macerata per i 3 punti

Perso il derby che valeva doppio con la Omag, la Conad ha di fronte a sé un altro appuntamento fondamentale, se non decisivo, nella corsa per la Pool Promozione. Nel recupero di oggi, infatti, le ravennati ospitano al PalaCosta (inizio ore 20, arbitri Serafin di Treviso e Lorenzin di Vicenza) la lanciata Macerata, con l’unico obiettivo di conquistare il bottino pieno. Scivolata in sesta posizione, superata per numero di vittorie dalle stesse marchigiane, la squadra di Bendandi deve trovare il colpo di coda contro un avversario che sta viaggiando velocissimo, spinto da quattro successi di fila e con un match in più da disputare. Morello e compagne, invece, sono reduci da due sconfitte consecutive, ma soprattutto sono protagoniste di un girone di ritorno di grande sofferenza, con soli sei punti conquistati. Il ko con le riminesi lascia inoltre tanto amaro in bocca. «E dire che avevamo iniziato con lo spirito giusto – spiega Rebecca Piva – vincendo con merito il primo set. Poi però dal secondo c’è stato un calo drastico e solo nel terzo siamo state in grado di contrastarle, senza però riemergere. A fare la differenza è stato il loro servizio, con la nostra ricezione andata in crisi».

Per la Conad c’è la possibilità di rimettersi subito in piedi nel recupero di oggi con Macerata. Bendandi dovrebbe confermare il solito starting six, con l’unico dubbio al centro (Assirelli, Guidi e Torcolacci per due maglie) e Monaco pronta a prendere il posto di Guasti. «Ci stiamo allenando con grande impegno – riprende la schiacciatrice – per trovare una maggiore costanza nel gioco. Adesso ci rimbocchiamo le maniche e nelle ultime due gare proveremo a conquistare più punti possibili, a partire da quella con Macerata. Abbiamo poco tempo a disposizione, ma anche tanta voglia di rifarci».

Un’intenzione non facile da mettere in pratica, anche perché di fronte c’è una squadra in gran forma. Guidata da Paniconi, la Balducci con ogni probabilità scenderà in campo con Galletti o Peretti in regia (la ex Lancellotti si è trasferita a Montale) in diagonale con Giubilato (o Renieri), le centrali Martinelli e Mancini, le schiacciatrici Lipska (o Maruotti) e Pomili e il libero Bisconti. «È un match alla nostra portata, da giocare a testa bassa, cercando di togliere le loro sicurezze. Macerata difende bene e in attacco è migliorata, ma se mettiamo sul tavolo le nostre carte possiamo farcela».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui