Conquistata la sesta vittoria consecutiva e rafforzato il secondo posto in classifica, la Conad Olimpia Teodora si prepara alla sfida più difficile, in trasferta nel fortino della capolista Delta Informatica Trentino, domenica 8 dicembre, alle ore 17. Se nel match di andata al PalaCosta le trentine la spuntarono solo nei vantaggi del tie break, al termine di un match avvincente ed emozionante, infatti, tra le mura amiche del Sanbapolis la Delta in questa stagione non ha ancora perso neanche un set. Arbitri della partita saranno Maurina Sessolo e Beatrice Cruccolini. A sostenere la squadra ospite è attesa una piccola delegazione di tifosi romagnoli, che seguirà la squadra in occasione di questo big match. La Delta Informatica Trentino è una formazione ormai storica frequentatrice del campionato di Serie A2, capace però, soprattutto nelle ultime stagioni, di sfiorare più volte la promozione in A1. Fondata nel 2008, la Trentino Rosa si può considerare quest’anno una tra le (se non la maggiore) favorite alla promozione diretta, e non a caso ha chiuso il girone di andata al primo posto.

Cambiata la guida tecnica, affidata a Matteo Bertini, proveniente dall’A1 di Bergamo, la squadra è stata costruita attorno al nucleo dello scorso anno, con in regia la veterana Elisa Moncada, alla quarta stagione a Trento così come la centrale Silvia Fondriest. Confermata anche l’altra centrale Eleonora Furlan e il libero Ilenia Moro, mentre rinforzi di livello sono stati aggiunti in attacco, con l’arrivo dell’ex Ravenna Sofia d’Odorico da Orvieto, di Giulia Melli e Valentina Barbolini, entrambe promosse in A1 nella scorsa stagione con Caserta e Perugia, e dell’opposto Vittoria Piani, scesa di categoria da Busto Arsizio.“Andiamo a giocare contro una squadra molto forte e non a caso prima in classifica – spiega Coach Simone Bendandi –, e credo non ci sia bisogno di stimoli ulteriori. In più abbiamo la consapevolezza che in casa siamo riusciti a fare una buona prestazione, anche se entrambe le squadre erano all’inizio, quindi certamente qualcosa sarà cambiato e il livello si sarà alzato sia per loro che per noi. Condividiamo con le ragazze il pensiero di andare a divertirci, nel senso di poter utilizzare nel gioco tutte le armi che si hanno senza particolari pressioni e preoccupazioni. È logico che si va sempre a cercare di vincere e conquistare più punti possibili, altrimenti non saremmo la squadra che siamo, però al di là del risultato quello per cui stiamo lavorando è uscire a testa alta e soddisfatti per la consapevolezza di aver dato tutto”.

“La settimana è andata molto bene – conclude l’allenatore – e abbiamo lavorato su di noi cercando di sottolineare i nostri punti di forza e limare un po’ di situazioni che a volte lasciano un po’ di respiro alle avversarie. Loro hanno terminali offensivi molto potenti e la battuta dovrà essere la nostra prima arma per limitare il loro gioco a situazioni di palla maggiormente scontata, permettendoci di lavorare in maniera ordinata per toccare e difendere più palloni possibili”.

Argomenti:

Teodora volley Ravenna

Volley donne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *