Volley A2 donne, la gloriosa Teodora ripartirà dalla B1?

Anche l’Olimpia Teodora potrebbe fare un passo indietro e ripartire da un campionato più modesto. Pare infatti che siano in atto cambiamenti in casa ravennate, visto che l’aspetto economico pesa sempre di più e disputare un campionato di A2 con la carenza di sponsor, potrebbe essere troppo oneroso per il sodalizio presieduto da Paolo De Lorenzi.

Dopo aver concluso il campionato al primo turno dei play-off, la dirigenza è già concentrata sulla prossima stagione. Stando ad alcune indiscrezioni degli ultimi giorni, la società ravennate avrebbe già messo in vendita i diritti del campionato di A2 per ripartire dalla B1. Il presidente dell’Olimpia aveva già manifestato le numerose difficoltà nel reperire le risorse economiche necessarie, situazione che aveva ostacolato il mercato della società anche nelle stagioni precedenti. Inoltre De Lorenzi non ha mai nascosto la complicata relazione tra la società e l’amministrazione comunale, che secondo lui ha sempre avuto scarsa sensibilità nei confronti della pallavolo femminile. Per questo la dirigenza avrebbe deciso di ripartire da un campionato minore che potrebbe anche conquistare sul campo (obiettivo però non semplice) grazie all’attuale secondo posto nel campionato di B2.

Stando alle voci, la squadra dell’anno prossimo in B1 sarebbe allenata dall’attuale secondo allenatore dell’Olimpia Teodora, Federico Chiavegatti, mentre il ruolo di direttore tecnico potrebbe essere proposto alla ravennate Roberta Maioli, da anni allenatrice dell’Anderlini in terra emiliana ma che la prossima stagione potrebbe tornare in Romagna. Questo staff escluderebbe quindi il tecnico Bendandi e l’attuale direttore tecnico Mauro Fresa che prenderebbero altre strade. Per il primo si parla di un’esperienza nel campionato della massima serie, vista anche l’esperienza, mentre Fresa dovrebbe ricoprire lo stesso incarico in un’altra società fuori dal territorio ravennate. Tante ipotesi e poche certezze per il momento, ma le acque si stanno muovendo in fretta.

Resta l’amarezza di constatare che anche nella pallavolo femminile è necessario un passo indietro: il sogno di tornare ai fasti della mitica Teodora resta sempre più una chimera.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui