Volley A2 donne, l’Omag cerca risposte contro Macerata

Orgoglio, faccia tosta e lucidità. È quello che servirà questa sera all’Omag-Mt per affrontare Macerata nel recupero della quarta giornata di ritorno, rinviata, il 16 gennaio, a causa della positività al Covid di alcune giocatrici marignanesi. L’appuntamento è per questa sera alle ore 20.30, al Pala Marignano, con arbitri Antonio Gaetano e Anthony Giglio.

Una partita che per Ceron e compagne diventa fondamentale dopo lo scivolone di domenica con Olbia.

Le marchigiane, in questo momento, hanno 37 punti e sono seconde dietro l’imprendibile Brescia. Vincere questa sera, senza lasciare punti per strada, significherebbe non solo mettere la freccia (le biancoblù salirebbero a quota 38 anche se poi Macerata dovrà recuperare una gara), ma vorrebbe dire anche staccare Busto Arsizio (che resterebbe a 33) e mettere pressione a Sassuolo (a 32 ma con una gara da recuperare). Senza dimenticare che domenica prossima, l’Omag-Mt resterà ferma per il suo turno di riposo (per poi chiudere il in casa con Marsala).

Ecco perché Macerata diventa un bivio fondamentale per il campionato: «Se sei mesi fa ci avessero detto che ci saremmo ritrovati a questo punto della classifica, a due gare dalla fine, con una finale di Coppa Italia da disputare, tutti ci avremmo messo la firma – attacca Enrico Barbolini, alla sua prima stagione sulla panchina dell’Omag-Mt – questo per dire che le ragazze stanno facendo un grande campionato, al di là di tutto quello che ci è capitato, ma che non voglio rimarcare perché non deve essere assolutamente un alibi. Purtroppo questa è una stagione anomala, non era mai capitato che si giocassero tante gare in un periodo così ravvicinato e quindi i fattori da prendere in esame sono tanti, non ci si può soffermare su uno in particolare».

Mirino su Macerata che quest’anno, tra precampionato, campionato e coppa Italia, ha visto l’Omag-Mt prevalere in più di un’occasione. «Tutto quello che è successo non conta nulla, conta domani (oggi, ndr) e probabilmente sarà un’altra storia. Macerata sta facendo un super campionato, ha giocatrici di grande spessore, noi dobbiamo solo giocare come sappiamo fare. Senza paura di sbagliare, lucide nelle scelte e orgogliose di quello che siamo. Sappiamo anche noi che vincere significherebbe partire in una buona posizione nei play-off, ma non sempre volere è potere».

Per quanto riguarda il sestetto, Turco sarà in regia con Bolzonetti in diagonale. Coulibaly e Brina di banda con Ceron e Mazzon sotto rete. Libero, Bonvicini.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui