Volley A2 donne, Bendandi: “Teodora, ora punta alla salvezza”

L’Olimpia Teodora è caduta anche in terra emiliana. Dopo la brutta sconfitta subita a Brescia, le ragazze di Simone Bendandi tornano da Sassuolo con un altro duro ko. Si tratta quindi del terzo stop di fila per le ravennati che non riescono a uscire da questo periodo difficile.

Analizzando la partita in sintesi, dopo un avvio difficile, nel primo set l’Olimpia Teodora ha saputo rimontare conquistando anche un set point, per poi cedere ai vantaggi. Da quel momento si è spenta la luce nel campo dell’Olimpia che ha perso nettamente il secondo e il terzo parziale.

«Abbiamo giocato male – commenta il tecnico ravennate Simone Bendandi – ma sono soprattutto deluso dal fatto che non abbiamo dimostrato alcun tipo di carattere. A parte la rimonta del primo set, non siamo mai stati in partita dal punto di vista emotivo e non mi è piaciuto l’atteggiamento di buona parte della squadra».

Bendandi va oltre. «In questa categoria spesso alcuni limiti tecnici possono essere superati con la grinta e il carattere, ma sia a Brescia che a Sassuolo, non siamo stati in grado di lottare e questo è grave. Forse a questo punto dobbiamo renderci conto che il nostro obiettivo in campionato sarà quello di lottare per la salvezza e questo mi dispiace molto».

Ora l’Olimpia Teodora dovrà ritrovare un atteggiamento diverso per riscattarsi in campo. «Dobbiamo lavorare tanto in palestra cercando di non allontanarci – sottolinea il centrale, Alessandra Colzi – abbiamo il dovere di rimanere legate tra di noi continuando a fare squadra. A tutt’oggi non serve affossarci come gruppo, ma piuttosto parlarci per capire cosa non va durante le partite. Dobbiamo cercare di darci una mano l’una con l’altra per uscire tutte insieme da questa situazione».

A Sassuolo le ravennati hanno tenuto testa alle padrone di casa solo nel primo set. «È stata una partita in cui è mancato qualcosa in tutti i fondamentali – prosegue la giocatrice toscana – sia a livello tecnico che mentale. Era una partita importante perché si trattava di uno scontro diretto, per questo c’è da lavorare analizzando tutti gli errori che abbiamo commesso per migliorarci».

Il prossimo turno sarà importante per dare una scossa a questo momento complicato. «La prossima partita sarà in casa contro un avversario in difficoltà (Altino è ultimo a zero punti con nove sconfitte su nove, ndr). È l’ultima di andata, vogliamo vincere per prendere la rincorsa in vista del girone di ritorno. In primis cercheremo di concentrarci su noi stesse, sul nostro gioco e sul nostro atteggiamento».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui