“Volevano sfigurare Ilenia con l’acido”

Ilenia Fabbri sarebbe dovuta morire ancor prima del 6 febbraio, ma i precedenti tentativi di assassinarla erano tutti falliti. Volevano anche sfigurarla con l’acido. Pierluigi Barbieri, il 53enne reggiano che ha confessato di averla uccisa su incarco di Claudio Nanni, ex marito della vittima, ha riferito di altre due trasferte andate a vuoto e di un iniziale piano per farla sparire, dopo averla uccisa sorprendendola nella casa di via Corbara a Faenza: l’idea era di nascondere il cadavere della 46enne in una valigia, renderla irriconoscibile e poi seppellirla. Sono dettagli raccapriccianti quelli emersi nel corso dell’interrogatorio di mercoledì scorso, nel quale il sicario ha fornito elementi precisi e puntuali, tanto da consentire agli inquirenti della Squadra Mobile, coordinati dal sostituto procuratore Angela Scorza, di individuare nuovi importanti elementi probatori.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui