FAENZA. In uno schianto mortale avvenuto ieri mattina sulla Brisighellese-Ravegnana ha perso la vita Valerio Banzola, 66 anni di Russi, agente di commercio per anni nel settore alimentare, era in pensione da pochi mesi. L’uomo, poco prima delle 9, era alla guida di uno scooter Kymco Downtown e procedeva verso Faenza (doveva recarvisi per una visita medica), quando è venuto a collisione con un’auto, una Nissan Micra condotta da una faentina di 77 anni, proveniente dalla direzione opposta e intenta ad immettersi in via Accarisi a circa 4 chilometri dalla città manfreda.
L’urto è stato agghiacciante: il 66enne è sbalzato dalla moto, rovinando prima sulla strada poi in un fossato, morendo sul colpo. Il mezzo a due ruote è rimasto devastato al centro di via Accarisi, all’altezza della segnaletica orizzontale disegnata sull’asfalto. Poco distante si è arrestata la Nissan Micra, uscita di strada dopo l’urto e finita con il muso nel fosso. Sul posto, dopo l’allarme lanciato da alcuni automobilisti di passaggio, sono piombati i soccorsi del 118 con ambulanza e auto medica, ma per lo scooterista non si è potuto fare altro che constatarne il decesso. La donna è stata invece trasportata al pronto soccorso di Faenza con codice di media gravità. Ai rilievi infortunistici di legge ha provveduto la polizia locale della Romagna faentina che ha ricostruito la dinamica. Impegnato anche il personale della Provincia, nelle cui competenze ricade la strada.
Valerio Banzola era una persona molto conosciuta a Russi, dove frequentava il bar Porta Nuova. Risiedeva in via Aldo Moro, lascia la moglie Rita. «L’ho visto anche martedì sera – afferma un amico – era a camminare verso San Giacomo. Era quello il suo percorso che faceva come hobby, e lo si poteva incontrare spesso. Con lui si parlava di calcio».
Il fratello, Mavide Banzola, infatti è molto conosciuto nell’ambiente sportivo come ex calciatore, stopper del Russi. Resta storico nella stagione 1972-73 il suo passaggio al Cesena, alla sua prima promozione in serie A, con allenatore Gigi Radice e con presidente Dino Manuzzi.

Argomenti:

faenza

incidente

russi

scooter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *