Dopo «dieci anni indimenticabili» la prossima primavera Gianluca Vincenzi dovrà lasciare lo scranno del sindaco. In tanti si chiedono cosa farà, molti del centro destra lo tirano per la giacca sognando la sua discesa in campo in altri Comuni. Lui svela cosa è disponibile a fare ed è una sorpresa.
Dice no alla candidatura a sindaco a Cesenatico che lo ha comunque inorgoglito. E no anche a Longiano, luogo del cuore dove ha passato l’infanzia. «Sono disponibile a correre nelle fila della Gatteo che vorrei, la nostra lista civica che mi ha supportato in tutti questi anni. Se mi vorranno sarò in lista. E se vinceremo e il futuro sindaco mi vorrà sono prontissimo a fare l’assessore. Non il vicesindaco, però. In quale settore? Prematuro parlarne, ma mi piacerebbe molto gestire la polizia locale. Sul bilancio potrei dare una grossa mano visto anche il lavoro che faccio. E il turismo mi piace molto». Settore che potrebbe “liberarsi” se il vicesindaco Roberto Pari correrà per la poltrona di sindaco. Le alternative sembrano tutte interne alla giunta: gli assessori Deniel Casadei e Stefania Bolognesi.

Argomenti:

candidature

elezioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *