RIMINI. Il sindaco di Rimini Andrea Gnassi suona al campanello della Questura e fa il verso al segretario della Lega Matteo Salvini: “Pronto? C’è qualcuno che spaccia?”. Poi Gnassi prosegue: “Spaccia? Le frottole. Queste sono le bugie. Salvini da ministro ci hai tradito. Abbiamo fatto la sede provvisoria della Questura con i nostri soldi. Adesso trasferiremo la sede di Questura, Stradale e Finanza alla Caserma Giulio Cesare. Ci vogliono macchine e sedi definitive per chi lavora, non serve suonare ai campanelli”.

Argomenti:

gnassi

questura

rimini

salvini

sindaco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *