RICCIONE Una aspirapolvere. Questo il nascondiglio della coppia di pusher albanesi arrestata dai carabinieri grazie al fiuto infallibile di Taxi. E’ stata infatti l’unità cinofila in forza all’Arma di Bologna a trovare, al termine di una lunga perquisizione, 800 grammi di marijuana che il 36enne albanese già conosciuto dalle forze dell’ordine, e la fidanzata di 30, nascondevano nella loro abitazione di Corpolò, dove, nonostante le restrizioni del momento, da alcuni giorni, i carabinieri del Nucleo operativo radiomobile della Compagnia di Riccione erano venuti a conoscenza che c’era un insolito via vai di giovani, molti dei quali già conosciuti come consumatori. Da lì la decisione del blitz compiuto all’alba di mercoledì. La droga era già divisa in sacchetti pronti allo spaccio. La convalida dell’arresto è previsto per oggi.

Argomenti:

arrestati

marijuana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *